Covid 19 a Salerno: quartiere Carmine, casi sospetti, due bar chiusi.

0
2532

Improvvisamente sembra che, con l’arrivo dell’estate, ci si sia dimenticati della primavera scorsa, vissuta in casa per un virus di nome Covid-19.  Si è tornati tutti agli incontri, alle feste, alle aggregazioni tanto temute in precedenza…Tutto ciò perchè si pensa “tanto capita agli altri…”

E’ qui il bello. Fin quando non si capirà che gli altri siamo noi, non si affronterà seriamente il pericolo Covid-19. Se avete qualcuno che il Covid l’ha vissuto, sapete bene che non si scherza. Sentire i loro racconti, pubblicati proprio su questo quotidiano, è stata una esperienza dolorosa anche per chi aveva il compito di trascriverle soltanto sul taccuino  quelle emozioni.

Ed ecco che, proprio oggi, nel quartiere Carmine di Salerno c’è un vociare che rimbalza tra le attività commerciali della zona. Si tratterebbe del caso di una dipendente bancaria di un istituto di credito sito nel quartiere, che sembrerebbe essere risultata positiva al Covid 19 mentre in due bar sono scattati i controlli sanitari, temendo il contagio, quindi chiusi al pubblico.

Il cerchio non si chiude, ma si apre. L’estate e la voglia di libertà assoluta non solo da parte dei più giovani, non aiuta a mantenere il distanziamento, a seguire semplici indicazioni. Poi verrà la riapertura delle discoteche, certo l’economia è in ginocchio e gli imprenditori reclamano la loro stagione di lavoro, ma la situazione resta pericolosa. Immaginiamoci poi, con la riapertura delle scuole. Ma sarà davvero la strategia giusta? Questo riaprire il mondo sarà davvero la cosa giusta da fare?  Intanto nel quartiere c’è chi ha giocato i numeri. Tra questi c’era il 90, la paura.

Foto di Claudia Izzo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui