A Torino uno scatto immortala un’altra verità

0
220

-di Claudia Izzo-

Torino, è sera. Un uomo si affaccia al balcone della propria abitazione e si trova sotto casa una  carovana di ambulanze. Silenziose, a sirene spente. Gli sembra il ritorno del guerriero. Gli sembrano ufo, le luci blu si riflettono sui vetri delle abitazioni. Scatta una foto.

Pietro Izzo, professore presso lo IED ha colto un frammento della realtà di questi giorni, condividendolo su Instagram. L’immagine rimbalza. Lo contatto. Vedo uno stesso cognome e scopro origini meridionali, tra Napoli e Caserta. Non vuole che la foto diventi notizia, infatti è solo un attimo rubato alla realtà. “La foto l’ho scattata dal mio balcone su Corso Dante a Torino. Ho messo quel post su Instagram, così a caldo, per fermare anche una sensazione mia, di angoscia mista a speranza. Siccome le ambulanze procedevano con lampeggianti ma a sirene spente verso via Nizza, ho ipotizzato che fossero mezzi che andavano in qualche deposito o verso la sanificazione. Sembrava che stessero atterrando gli Ufo, così tante luci blu…”

Una foto scattata per caso rivelerà poi, secondo quanto fatto notare da diverse persone al prof Izzo, la cruda realtà: la fila di ambulanze immortalate trasportavano pazienti Covid dall’ospedale Mauriziano di Torino, ormai al limite per i posti letti occupati, all’Ospedale di Tortona, nuovo centro Covid.

Quando la realtà si fa beffa della speranza.

Solo per riflettere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui