14 settembre 1982-2017: 35 anni fa moriva l’indimenticabile Grace

Settembre 14, 2017 0 Comments Editoriale 575 Views
14 settembre 1982-2017: 35 anni fa moriva l’indimenticabile Grace

L’attrice che interpretò la sua favola-

Icona assoluto di fascino e grazia, ancor prima di essere moglie di Ranieri e principessa consorte di Monaco, fu principessa di stile. Sto parlando dell’amatissima Grace Kelly, la ragazza di Filadelfia di origine irlandese che seppe vivere la sua favola reale fino al giorno del tragico incidente, di cui oggi ricade l’anniversario.

Figlia  di un milionario self-made man e di un ‘atleta, divenne indossatrice a 22 anni e la sua  grande determinazione la fece approdare nel dorato mondo del cinema, nonostante l’opposizione della famiglia.

Interpretò ruoli in “La 14ª ora” (1951), “Mezzogiorno di fuoco” (1952), “Mogambo” (1953), con Clark Gable e Ava Gardner, interpretazione che le fece guadagnare la nomination all’Oscar per il titolo di miglior attrice non protagonista.Vari i suoi amori: Clark Gable, Gary Cooper, Bing Crosby, Ray Milland, Burt Lancaster, William Holden e Jean-Pierre Aumont e  lo stilista Oleg Cassini. La bellissima attrice fu definita da Alfred Hitchcock “Ghiaccio bollente”, per sottolinearne l’algida bellezza e la sensualità che sprigionava dal grande schermo.

Grace interpretò ruoli in molti  film del famoso regista quali “Il delitto perfetto”(1954), “La finestra sul cortile” (1954),”Caccia al ladro” (1955),  e proprio sul set di quest’ultimo  girato nel Principato di Monaco, Grace Kelly  incontrò il suo futuro principe azzurro. E’ nel  1955 che  vinse il Premio Oscar come miglior attrice protagonista per “La ragazza di campagna” (1954), prevalendo sulla favorita Judy Garland in ” È nata una stella” (1954).

La vera favola però ebbe inizio il 18 Aprile 1956 con il matrimonio con il Principe Ranieri III di Monaco che segnò il suo ritiro dalle scene. Seppe essere all’altezza del suo ruolo di principessa, salvando il Principato di Monaco dai tentativi di annessione alla Francia da parte di Charles de Gaulle, trasformando Monaco in un luogo d’élite di fama a livello mondiale, luogo di soggiorno e divertimento ambito da moltissime celebrità.
Fu madre  di Carolina, Alberto e Stefania. Il   13 settembre 1982, all’età di 52 anni, rimase vittima di un incidente automobilistico. Secondo la cronaca, lasciata la villa di Roc Agel con la figlia Stéphanie   per il breve tragitto verso Monaco, era la principessa  alla guida della Rover 3500 V8  e perse il controllo della vettura che precipitò in una scarpata capovolgendosi più volte.

Le solenni esequie furono celebrate il 18 settembre nella cattedrale di Monaco dall’arcivescovo Charles-Amarin Brand, alla presenza dei rappresentanti di stato di decine di paesi, della principessa Diana, di Nancy Reagan, dell’amico attore Cary Grant e dell’affezionato popolo monegasco. L’evento venne trasmesso in diretta televisiva e fu seguito da circa 100 milioni di spettatori. La salma della principessa fu tumulata nel deambulatorio nella cattedrale ed è tuttora visitabile, accanto a quella del consorte Ranieri III, scomparso nel 2005.

Morì la principessa, nacque il mito.

Claudia Izzo

 

 

 

 

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply