Napoli: Presentato il progetto sportello “RIPARTI DA TE” rivolto alle donne per creare impresa

0
50

È stato presentato, presso l’ISIS Archimede” di Ponticelli, lo sportello “RIPARTI DA TE”, un progetto rivolto alle donne che vogliono mettersi in gioco creando un’impresa.

All’incontro, promosso  da Rosa Praticò Presidente dell’Associazione Officina delle idee e Responsabile delle donne che fanno impresa di Confesercenti erano presenti: la dirigente dell’istituto Rori Stanziano; Ilaria Perrelli, Presidente della Consulta Regionale  per la condizione della donna; Vincenzo Schiavo, Vice Presidente Nazionale di Confesercenti; Ferdinando Caputo, Rappresentante di interessi, Camera dei Deputati Tutor Microcredito Banca D’ Italia; Loredana Raia, Vicepresidente del Consiglio Regionale con delega alle Pari Opportunità. Ad apertura lavori Rosa Praticò ha ringraziato la dirigente dell’Istituto Archimede per aver dato la possibilità di presentare il progetto alle giovani alunne che possono prospettare percorsi interessanti per il loro futuro.

“L’ obiettivo – ha dichiarato la Praticò-  è quello di far conoscere le modalità di accesso ai prestiti agevolati messi a disposizione per creare piccole imprese e seguire la fase di presentazione dei progetti, dando impulso al lavoro femminile attraverso lo strumento del micro credito. Il micro credito è uno strumento semplice ed efficace, ideato da Muhammad Yunus che per il suo impegno in questo campo è stato insignito del Premio Nobel per la Pace 2006. Oggi siamo qui per raccontarvi come con il metodo, l’organizzazione e la disciplina si raggiungono ottimi, e siamo qui anche per illustrare un’interessante iniziativa per i ragazzi che si affacciano al mondo del lavoro.”

A seguire l’intervento della dirigente dell’Istituto Rori Stanziano: “Una mattinata intensa e proficua per gli alunni delle classi quinte dell’Istituto Superiore Archimede.  Affrontare i temi dell’ingresso nel mondo del lavoro, delle occasioni offerte dalla Regione Campania e dal Governo, dall’ imprenditoria giovanile, alle start up, dal microcredito per le piccole imprese, dalla ripartenza per le donne in difficoltà alle micro impre tutte al femminile, significa aprire una finestra ampia e reale su ciò che i ragazzi devono conoscere per costruire tassello su tassello il loro futuro. Uno sguardo, con particolare attenzione, è stato rivolto alla condizione femminile e alle pari opportunità e soprattutto sulle prospettive vocazionali, motivazionali e di competenza da mettere in campo per guardare al futuro di questi ragazzi, donne e uomini, con slancio fiducioso e rinnovata speranza”.

L’intervento di Ferdinando Caputo è stato incentrato sui contenuti del corso da lui diretto “Come Cercare lavoro” che consiste nel divulgare la conoscenza a cercare il giusto lavoro. Il mio interesse, come rappresentante di Interessi della Camera dei Deputati, è presentare il  progetto e fornire  a tutti coloro che partecipano al  corso il miglior modo possibile per  approcciarsi al mondo lavorativo attraverso una guida specifica che indichi: come trovare l’azienda giusta che rispecchi i propri parametri e la propria preparazione, un aiuto concreto alla preparazione ad un colloquio ed infine come creare un’ impresa partendo dall’idea e sviluppando il progetto,  passando poi alla fase  dell’ educazione finanziaria, tramite lo strumento del del microcredito”.

Presente al tavolo anche la “Fides-prosegue la Praticò- è una tech company in forte crescita, ad oggi siamo presenti a Napoli, Milano e Roma. In Fides sosteniamo le giovani donne che vogliono intraprendere un percorso lavorativo in ambito STEM grazie a formazione e percorsi di orientamento. Siamo al fianco delle istituzioni per promuovere lo sviluppo di competenze tecnologiche. Ringrazio Franco Capasso per le riprese video che rendono le informazioni visibili a tutti coloro che possono essere interessati. 

Per Rosario Lopa della Direzione Regionale ASI – Associazioni Sociali e Sportive Italiane, “è fondamentale, per una Nazione come l’Italia e in Campania in particolare, sostenere l’imprenditoria femminile attraverso il supporto per la creazione di piccole e medie imprese e auto imprenditoria, e Smart&Start, a supporto di startup e Pmi innovative, destinando per ciascuna linea di intervento fondi economici, in favore della creazione, sviluppo e consolidamento di imprese guidate da donne. Va sottolineato la necessità di agevolare la realizzazione di progetti imprenditoriali innovativi, supportando le startup femminili attraverso attività di mentoring, assistenza tecnico-manageriale e per la conciliazione vita-lavoro, creare così un clima culturale favorevole che valorizzi l’imprenditorialità femminile attraverso misure di accompagnamento, monitoraggio e campagne di comunicazione. Così Lopa a margine della presentazione.”

Loading

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!