“Biologico e Integrato certificato”, il seminario formativo e gratuito per gli imprenditori e agricoltori

0
69

Domani 16 Febbraio, alle 18,30 all’Hotel Capital di Campagna, l’incontro dedicato ai professionisti dell’agricoltura e ai giovani imprenditori che guardano con favore alla conversione al biologico o che vogliono saperne di più sulla pratica di tale metodo per dare il via a una nuova produzione.

Il seminario formativo dal titolo “Biologico e Integrato certificato: L’agricoltura che fa bene alla salute e al Pianeta” è ad ingresso gratuito e si rivolge a varie figure del settore con l’intenzione di divulgare la cultura bio.

Il corso dopo i saluti del presidente della OP Terramore, Carmine Papace, e del presidente dell’Ordine degli Agronomi di Salerno, Maurizio Camillo, vedrà la partecipazione del Direttore dell’Op Terramore Demetrio Esposito, della tecnologa Alimentare Maria Manuela Russo, della nutrizionista Maria Colomba Di Sarno, dell’Agronomo Carmine Maisto, del membro della direzione nazionale di Legambiente Michele Buonomo.

Un’occasione non solo di formazione ma anche di valorizzazione del lavoro dei produttori del biologico, esempi di lotta e resilienza contro il consumismo e la globalizzazione.

Il biologico: una visione produttiva sostenibile e circolare della risorsa natura

Obiettivo del seminario è contagiare tecnici e imprenditori con una visione sostenibile della cura della terra, attraverso un approccio biologico piuttosto che chimico, quindi ricorrendo a sistemi di coltivazione che abbattono il ricorso a prodotti chimici e sviluppano invece l’agricoltura come sistema biologico recuperando la vocazione degli ecosistemi non solo come luoghi naturali al 100% ma anche come patrimonio paesaggistico culturale. Ciò attraverso la scelta di colture tipiche del territorio, nel rispetto della stagionalità dei cicli produttivi, con la lotta biologica contro i parassiti e l’uso dei rifiuti e scarti come fonte energetica, fino alla promozione della cultura del ripristino dell’architettura rurale e del recupero delle tradizioni contadine. Una scelta di cambiamento profonda rispetto all’agricoltura intensiva che sposa anche una coerente circolarità dei processi e delle risorse anche energetiche, nella prospettiva di una reale transizione ecologica.

L’appuntamento rientra nella campagna informativa finanziata dalla Regione Campania, dedicata alla diffusione della cultura, dello stile alimentare e della coltivazione biologica –  (con la Misura 3 Sottomisura 3.2, tipologia di intervento 3.2.1) con l’azione di “Sostegno per attività di informazione e promozione, svolte da associazioni di produttori nel mercato interno” del PSR 2014/2020.

Loading

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!