Al Vinitaly di Verona i vini ed i prodotti agroalimentari del Vesuvio 

0
0

“Il Vesuvio da bere e da mangiare. A tavola con il cuore italiano:  Lacryma Christi e vini Doc, pasta di Gragnano e pomodorino del piennolo”. E’ questo il tema dell’incontro promosso da Confagricoltura Napoli che si terrà al Vinitaly di Verona, il prossimo 7 aprile dalle ore 11, nella Hall D stand E2-E3/F2-F3. E che rilancia un tema oggi attualissimo nell’enologia internazionale, quello dei vini vulcanici.

“Cogliamo un trend che in questa fase va fortissimo sui mercati internazionali, la rivalutazione dei vini ottenuti da viti allevate lungo le pendici dei vulcani, e vogliamo che questa edizione del Vinitaly possa essere una vetrina della qualità di tutto l’agroalimentare tipico prodotto lungo i versanti del Vesuvio – così Fabrizio Marzano, presidente di Confagricoltura Napoli commenta l’iniziativa.

Dopo l’introduzione del presidente Marzano e i saluti di Franco Alfieri, consigliere delegato per l’agricoltura del presidente della Regione Campania, si confronteranno sul tema, coordinati dal giornalista enogastronomico Luciano Pignataro:Francesco Ranieri – Presidente Gal Vesuvio, VerdeAgostino Casillo – Presidente del Parco Nazionale del Vesuvio, Ciro Giordano – Presidente Del Consorzio Tutela Vini Vesuvio Dop, Cristina Leardi – Presidente del Consorzio del Pomodorino del Piennolo Dop. Il Consorzio tutela della Pasta di Gragnano Igp porterà i saluti istituzionali della neo presidente Aurora Casillo.

Seguirà una degustazione guidata e commentata da Luciano Pignataro di vini del Vesuvio abbinata ai semi di melone e agli spaghettoni al Pomodorino del Piennolo con pasta di Gragnano, ricetta realizzata da Paolo Barrale, chef stellato e Presidente nazionale Associazione Charming Italian Chef.

Redazione SalernoNews24.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui