A Cetara inaugurata la condotta sottomarina, De Luca: “3 mln e mezzo per il molo e 40 milioni per il parcheggio”

0
339

-di Antonietta Doria-

Un nuovo traguardo è stato raggiunto dal  Comune di Cetara che oggi ha visto ultimati i lavori per la realizzazione della condotta sottomarina con la cerimonia di inaugurazione in Piazza Manfredi Nicoletti, alla presenza del Governatore della Campania Vincenzo De Luca che ha parlato dei 3 milioni e mezzo che saranno impiegati per il molo di Cetara e dei 40 milioni  per la creazione del parcheggio che interesserà una società regionale.

I temi fondamentali toccati sono stati la riqualificazione ambientale, bonifica dei territori come “obiettivo di civiltà” dopo l’intervento per la frana di Amalfi. “L’ambiente e l’economia del mare” ha aggiunto, “deve essere dinamizzato perché a questo è legato lo sviluppo del nostro territorio ed è un pezzo decisivo della nostra economia.”

“Sono giunti al termine i lavori della condotta sottomarina che permetterà al nostro paese di avere acque limpide” ha affermato il Primo Cittadino di Cetara, Fortunato Della Monica. “I nostri reflui non andranno più in mare ma nel depuratore di Salerno, al quale la rete di Cetara è stata collegata. Tale lavoro rientra nel Grande Progetto di risanamento ambientale dei corpi idrici superficiali finanziato dalla Regione Campania. Si tratta indubbiamente di una delle più grandi opere realizzate a Cetara ed in Costiera Amalfitana che permetterà all’intero territorio di avere un mare più pulito.”

“E’ una di quelle giornate memorabili per il nostro territorio, per le nostre comunità, per la nostra economia ” ha affermato il Governatore De Luca che  dopo aver parlato della proposta della Regione Campania fatta al Parlamento in merito alla semplificazione  amministrativa per quanto riguarda la legge degli appalti, ha sottolineato l’importanza della lotta al Covid con le vaccinazioni da effettuare a tutti e con l’utilizzo delle mascherine anche dopo le vaccinazioni stesse. Il cuore dell’incontro è stato raggiunto affrontando la tematica  dell’economia del mare : “l’avere un mare balneabile dal Volturno a Sapri, il risanamento della fascia costiera, il ripascimento delle spiagge, il contrastare l’erosione della fascia costiera. L’economia del mare è un grande patrimonio, una grande ricchezza del nostro territorio…qui abbiamo una grande flotta per la pesca del tonno, la più grande del Mediterraneo…

Il Governatore ha poi elencato i grandi cambiamenti di cui sarà protagonista la regione Campania, dai lavori iniziati per l’allungamento della pista dell’aeroporto Costa d’Amalfi che porterebbe sei milioni di viaggiatori, alla realizzazione dello scalo commerciale con possibilità tra un anno e mezzo di portare voli charter da Capodichino. Il Governatore ha menzionato il progetto dell’allargamento dell’imboccatura del molo di Salerno con l’attracco di navi da crociera importanti. Lo sviluppo turistico vedrà inoltre, in prospettiva, la realizzazione del collegamento della metropolitana da Vietri fino all’aeroporto di Pontecagnano, il prolungamento della metropolitana della città di Salerno  fino all’aeroporto, l’alta velocità, il collegamento Agropoli-Contursi tra la Costiera Cilentana e l’autostrada, la terza corsia Salerno-Avellino.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui