Milano da vivere, gli eventi da non perdere

0
65

dalla nostra invita Marianna Giugliano-

Nonostante la situazione legata all’aumento dei contagi da covid-19 nell’ultimo periodo, Milano non si ferma e sono diversi gli eventi a cui poter partecipare per godersi dei momenti di spensieratezza.

La mostra.

Fino al 31 gennaio 2022 è possibile vedere le bellissime opere di uno dei fondatori dell’impressionismo francese: Claude Monet. La mostra, in esposizione nel Palazzo Reale di Milano, proprio dietro piazza Duomo e curata da Marianne Mathieu (direttrice scientifica del Musèe Marmottan Monet di Parigi), porterà i visitatori alla scoperta di 53 opere di Monet, tra le quali troviamo le famose Ninfee (la serie dipinta tra il 1916 e il 1919), Riflessi sul Tamigi (1905) e Le rose (1925-1926 e ultima opera del pittore che vale davvero la pena vedere). Il percorso ripercorre in ordine cronologico tutta la vita artistica di Monet, attraverso delle opere tanto preziose ed importanti per lui, da non averle mai volute vendere e custodite nella sua casa privata di Giverny fino al 1966 quando suo figlio Michel, decise di donarle al Musée Marmottan Monet che ad oggi raccoglie la maggior parte delle opere del pittore.

Per gli appassionati di Street-art invece, fino al 27 febbraio 2022 nella famosa Stazione Centrale di Milano, è in esposizione una mostra del famoso street artist inglese Banksy (la cui vera identità è ancora oggi sconosciuta). Sono presenti 130 opere, tra le quali 30 completamente nuove e mai esposte in nessun altro luogo, come Steve Jobs e Napoleon. Come al solito anche questa volta l’autore non riconosce in maniera ufficiale la mostra poiché da sempre contrario alle “classiche” esposizioni da museo, preferendo invece la distribuzione delle sue opere in giro per i murales delle città.

Nella capitale della moda non poteva ovviamente mancare un’esposizione del genere: una mostra curata personalmente da Giorgio Armani con il nome di The way you are. Fino al 6 febbraio 2022 sarà in esposizione presso l’Armani Silos, uno spazio espositivo creato ad hoc in Via Borgognone, che ripercorre l’intera storia del brand attraverso la presentazione di abiti e accessori disegnati dal 1980 ad oggi ed è suddivisa in tre piani, ognuno dei quali fa riferimento a diversi temi che negli anni sono stati d’ispirazione per il Re della moda. Con questa iniziativa, inoltre, Giorgio Armani sostiene diversi progetti di Save the Children, l’organizzazione che si occupa di difendere i diritti dei bambini nel mondo.

Sempre fino al 31 gennaio 2022 l’Università di Milano-Bicocca presenta IllusiOcean, una mostra suggestiva sui segreti del mare e del suo ecosistema. Da un’idea del professore di ecologia Paolo Galli, in collaborazione con Mondadori Media e Museo Nazionale del Cinema di Torino, l’esposizione ha l’obiettivo di sensibilizzare la società sul tema dello sviluppo sostenibile ancora sconosciuto o non abbastanza approfondito da molti.

Infine, Milano ospita non solo mostre ma anche eventi teatrali come lo spettacolo Alice! In Wonderland. Un evento in prima assoluta alla Fabbrica del Vapore (in via Procaccini 4) disponibile fino al 2 marzo 2022, dove si esibiscono alcuni tra i più importanti artisti e ballerini del cast di Circus-Theatre ELYSIUM (un circo collettivo di cui fanno parte famosi performers provenienti da tutto il mondo). Lo spettacolo, basato sulla storia di Lewis Carrol (scrittore britannico), racconta in maniera del tutto nuova la celebre storia di Alice nel paese delle meraviglie attraverso uno spettacolo totalmente immersivo ricco di luci ed effetti speciali.

Insomma, chiunque si trovasse a Milano avrà sicuramente modo di trascorrere delle giornate all’insegna della cultura e del divertimento, dimenticando per un attimo il difficile periodo che stiamo vivendo.

 

Immagine Pixabay Licence

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui