15 ottobre, obbligo Green Pass sul lavoro, manifestazioni in tutta Italia

0
36

di Edoardo Maria Duilio-

Green Pass o certificazione verde che dir si voglia è sicuramente una delle parole più cliccate su Internet dell’ultimo periodo, la notizia più ricercata su giornali e social.

Da oggi, infatti,  entra in vigore l’obbligo di avere e mostrare il Green Pass per accedere ai luoghi di lavoro, sia nel pubblico che nel privato ed in diverse città italiane le manifestazioni contrarie non si sono fatte attendere.

Migliaia i lavoratori scesi in piazza e innanzi ai cancelli delle loro aziende per dimostrare il loro dissenso.

A Napoli da Piazza Vittoria a Palazzo Santa Lucia, sede della Regione Campania, ieri sera  circa 300 manifestanti hanno sfilato in un  corteo funebre. Una bara con  sopra una copia della Costituzione italiana, apriva il corteo, in fondo,  fiaccole. Durante il tragitto sono stati pronunciati i passi della costituzione “uccisa”.  Stamane situazione regolare nel porto di Napoli e di Salerno.

A Roma il sit di protesta si terrà al Circo Massimo, dopo che la questura lo ha vietato in Piazza Bocca della Verità.

A Genova i lavoratori hanno bloccato il varco internazionale di san Benigno  che il terminal dei traghetti. Un volantino diffuso recita “No Green Pass, no dittaura”.

A Trieste sono cinquemila i lavoratori portuali che si sono radunati al porto, provengono da Milano, Padova, Varese.Tutti i varchi sono  aperti consentendo il transito di vetture e camion, tranne il numero 4.

Alle porte di Torino, l’appuntamento è alla Fiat Avio a Rivalta al grido di “No al ricatto del Green Pass nei luoghi di lavoro”

In Piazza Maggiore a Bologna il corteo contro il Green Pass è arrivato sotto la sede della Regione Emilia-Romagna, al grido di “Libertà, libertà”

A Firenze, in Piazza Santa Maria Novella, altri cori inneggiano alla libertà di scelta nel presidio statico organizzato da no vax e no green pass. Sono presenti circa 600 persone tra cui molti studenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui