Home Dal mondo Uccide il padre, apre il fuoco in facoltà e si suicida: Praga...

Uccide il padre, apre il fuoco in facoltà e si suicida: Praga sotto schock

0

di Antonietta Doria-

Il 17 dicembre scriveva su Telegram  «Mi presento, mi chiamo David e voglio fare una sparatoria a scuola e possibilmente suicidarmi… ho sempre voluto uccidere, pensavo che sarei diventato un maniaco in futuro, ho realizzato che era molto più conveniente fare una strage di massa invece di essere un serial killer».

E’ quanto ha scritto sul social David Kozak, il 24enne originario di un villaggio ad una ventina di chilometri dalla capitale ceca che oggi ha ucciso 15 persone e ferito  25 sparando all’impazzata dal tetto della  Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Charles, a Praga.

Il ragazzo si sarebbe ispirato, come egli stesso ha confermato sui social, ad  Alina Afanaskina, la ragazzina russa di 14 anni che a inizio dicembre ha sparato a un compagno di classe, ferito altre cinque persone  per poi spararsi. Altra fonte di ispirazione  sarebbe stata la sparatoria in una scuola a Kazan, in Tatarstan, nel maggio 2021 conclusasi con nove morti e più di 20 feriti.

Il corpo senza vita del giovane aggressore è stato trovato in un’aula dell’università.

Secondo il ministro dell’Interno e le indagini della polizia, Kozak potrebbe essere responsabile anche della morte di suo padre, trovato morto e di  due persone la settimana scorsa nella foresta di Klanovicky vicino alla capitale ceca.
Praga è sotto schock mentre si preparava a festeggiare il Natale

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version