Germania, Treviri: auto sulla folla, salgono a 5 le vittime

0
39

-di Antonietta Doria-

Una scarpa, accanto il cadavere di una donna. Questa una delle immagini registrate. Sale così a cinque il numero delle vittime ed a quindici feriti il bilancio della tragedia verificatasi a Treviri, città tedesca nel Land della Renania Palatinato.

Qui, un uomo di 51 anni di nazionalità tedesca,  si è lanciato a gran velocità  sulla folla alla guida di una Range Rover, in un’isola pedonale dove vi erano molti bambini appena usciti dalla scuola. Ad essere travolto anche un passeggino per cui tra le vittime vi è anche una bambina di appena nove mesi. Si è parlato di “persone volate per aria”. Il portavoce del Governo tedesco, Steffen Seibert, scrive su Twitter  “il pensiero va ai parenti delle vittime, ai numerosi feriti e a tutti coloro che attualmente stanno soccorrendo le persone ferite”

Per ore si era ritenuta possibile la pista dell’attentato terroristico, invece il folle gesto è stato messo a segno da Bernd Walter, che al momento dell’arresto, dopo aver tentato di opporre resistenza fisica, è risultato ubriaco. Si tratta di un uomo senza precedenti penali, un tipo solitario che, aveva vissuto con i genitori fino alla morte della madre avvenuta qualche anno fa. L’uomo aveva lavorato come elettricista, al momento è disoccupato, senza fissa dimora, viveva nella sua auto ed era stato visto visto vendere kebab con la sua bancarella. Sottoposto a perizia psichiatrica, l’uomo risponderà di omicidio e lesioni aggravate.

Era il 24 febbraio 2020 quando un auto, con alla guida un tedesco di 29 anni, ha investito una folla mentre si svolgeva il Carnevale a Volksmarsen, in Assia. Si registrarono circa cinquanta feriti di cui 18 erano bambini. Le motivazioni del folle gesto non sono ancora state chiarite. Di matrice terroristica fu invece l’episodio del camion che si lanciò a tutta velocità sul mercatino di Natale a Berlino; era il 2016 e ci furono 12 morti e 56 feriti.

Intanto la Germania piange i suoi morti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui