UNISA: Open Class, il professore Amendola ed il suo essere sempre un passo avanti

Maggio 27, 2019 0 Comments Cultura , Eventi , Università 449 Views
UNISA: Open Class, il professore Amendola ed il suo essere sempre un passo avanti

Un passo forse è poco. – di Claudia Izzo-

Open Class, Ateneo&territorio”  è solo una delle “creature” immaginate, ideate e concretizzate dal professore Alfonso Amendola , docente presso il Dipartimento di Studi Politici e Sociali presso l’ Università degli Studi di Salerno. Capace di creare ponti tra discipline e personaggi, Amendola è un serio e indiscutibile punto di riferimento nella città di Salerno, capace di fare della comunicazione in toto il suo vessillo.

Tanti gli incontri proposti: sulla sceneggiatura con la sceneggiatrice e drammaturga Maria Sole Limodio; su Baudelaire con l’attrice Antonetta Capriglione; sulla moda con la stilista Simona Napolitano; sulla creatività con Armando Vertorano, scrittore, sceneggiatore, autore televisivo;  sull’identità di Liberato con il giornalista di Repubblica Gianni Valentino, fino agli ultimi due recenti incontri con il Direttore d’Orchestra Daniel Oren e il 24 maggio con il Digital Life coach Jacopo Mele.

“Open Class”, ha commentato il professore Amendola, ” è uno spazio d’incontri tra professionisti della comunicazione e del mondo culturale”, sono storie di professionisti legati ai linguaggi espressivi contemporanei (tra cinema, musica, teatro, digitale, letteratura) che si raccontano agli studenti nel desiderio di creare uno spazio aperto, dinamico, innovativo ed aggiornato. Sono dialoghi che vogliono essere un atto di testimonianza, militanza e prospettiva del lavoro negli ambiti della comunicazione, delle arti e delle culture dell’immateriale.”

In un mondo in cui il termine “comunicazione” è inflazionato, torniamo alla radice del termine  latino: communicare, “mettere in comune”, così come avviene negli incontri proposti. Chissà, mettendo in comune sensibilità e conoscenze, cultura e saperi provenienti da menti illuminate, potremmo risvegliarci in un mondo migliore, senza staccionate. E ricominciare a pensare liberamente.

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply