STARDUST bowie by Sukita

0
28

Il talk, i racconti in musica, una lezione-concerto e la proiezione per la nuova settimana all’insegna di David Bowie a Palazzo Fruscione-

It was 1972 that I started it.

And I’m still looking for David Bowie even now”

Masayoshi Sukita

Poker di appuntamenti per la penultima settimana di eventi in programma a Palazzo Fruscione a Salerno per la mostra “Stardust Bowie by Sukita”, organizzata dall’associazione culturale Tempi Moderni – con il supporto della Regione Campania e Scabec – e da ONO arte contemporanea, con patrocinio del Comune di Salerno del Dipartimento degli studi politici e sociali dell’Università di Salerno. 

Da giovedì 20 febbraio ha inizio la settimana settimana dei Racconti del Contemporaneo – IV edizione, Lights on Mars, curata dell’associazione Tempi Moderni con il contributo della Regione Campania-Scabec, Fondazione Carisal e di sponsor privati. L’ingresso agli incontri è gratuita. Domenica 23 febbraio il costo del biglietto per visitare la mostra è di 5 euro.

Giovedì 20 febbraio, alle ore 20, nella sala di Palazzo Fruscione, riservata ai talk, con il titolo “The man who fell to earth – Come ti trasformo Bowie in una serie tv. Serialità e degenerati” ci sarà l’incontro con Amleto De Silva. A condurre la serata, Francesca Salemme. La CBS porterà sul piccolo schermo l’ideale seguito di “The Man Who Fell To Earth”, romanzo sci-fi di Walter Tevis che ha ispirato l’omonimo film diretto da Nicolas Roeg. Nel lungometraggio la parte del protagonista, un alieno precipitato sul pianeta Terra, è stata magistralmente interpretata da David Bowie e la ricordiamo tra le parti più memorabili recitate dal Duca Bianco. Ma che cosa significa essere capaci di incidere sulla serialità?

Amleto de Silva nasce a Napoli, cresce a Salerno e infine si trasferisce a Roma, dove vive. Comincia a scrivere, con Sara Migneco, come vignettista, su Cuore, Smemoranda e altre testate. Nel 2000 vince il premio satira politica di Forte dei Marmi. Collabora come autore con Enrico Montesano, poi scrive Statti attento da me e La nobile arte di misurarsi la palla, per Roundmidnight, e due saggi di costume, Stronzology e Degenerati, per Liberaria. Scrive la rubrica Spoiler, che parla di serie tv inedite, per TvZap. Il suo ultimo libro è L’esemplare vicenda di Augusto Germano Poncarè (Liberaria).

Venerdì 21 febbraio, alle ore 20, “Alla corte del duca” torna il tradizionale appuntamenti dei racconti in musica. Questa volta protagonisti della serata saranno Valeria Saggese e Gianpiero Fortunato.  Nella sala del primo piano di Palazzo Fruscione si alterneranno più voci per un dibattito che ha per titolo “Bowie e gli Altri Mondi vs Progressive & Bowie”. A dialogare e confrontarsi con gli ospiti della serata ci saranno anche Carlo Pecoraro, Andrea Volpe e Mario Maysse.

Due interessanti #fuoriprogramma saranno sabato 22 febbraio. La mattina, alle ore 10.30, con “Chiedimi chi era Ziggy Stardust”, gli studenti del Liceo Alfano I per un giorno diventeranno critici musicali e i loro colleghi del Modern Sound faranno da colonna sonora all’incontro. Gli studenti del liceo che hanno “adottato” alcuni brani di David Bowie approfondendone gli aspetti artistici, riscoprendo una delle icone leggendarie che hanno segnato in maniera inequivocabile la storia della musica, ma anche del cinema, del costume e dell’arte. Contemporaneamente un altro gruppo di studenti approfondirà il linguaggio musicale e lavorerà a una rilettura dei brani scelti. Ad affiancarli i prof Giuseppe Esposito, Tina Vicinanza, Silvana Noschese e Maria Teresa Petrosino e gli esperti Mario Maysse e Francesco Arcidiacono. La sera, alle ore 19, aperitivo in musica al bar allestito all’interno di Palazzo Fruscione con il duo Sinan, Domenico Ingenito (chitarra voce e violino e loop station) e Davide Palmentiero (chitarra synth e loop station); featuring con Brunella Iannece (voce).

Domenica 23 febbraio, alle ore 19, la proiezione del film “Miriam si sveglia a Mezzanotte” sarà anticipata dalla presentazione reading con Linda Barone, Alfredo De Sia ed il collettivo framedada.

.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui