San Martino

0
60

Stamattina come tutte le altre mattine, lancio un’occhiata distratta al calendario appeso alla parete, in attesa che salga il caffè nella moka. La cucina è in penombra e fuori è ancora buio. È questa l’ora che preferisco, il silenzio e la calma mi riconciliano con me stesso. Guardo il calendario senza alcun interesse poiché ormai i giorni sono tutti, uno uguale all’altro, ma l’abitudine a controllare il tempo che passa è divenuta inveterata, una sorta di riflesso condizionato. Stamane scorro le righe e mi soffermo alla data odierna 11 novembre, più a destra vi è il santo del giorno: San Martino. Ed immediatamente scatta nella memoria il ricordo di un remoto passato, il profumo dell’infanzia ed i versi del Carducci, mandati a memoria su banchi si scuola:

La nebbia agli irti colli

Piovigginando sale

E sotto il maestrale

Urla e biancheggia il mar.

Ma per le vie del borgo,

dal ribollir dei tini

va l’aspro odor dei vini

l’animo a rallegrar…

Proseguo recitando i versi a fior di labbra. Dopo tanti anni la poesia è rimasta impressa nella memoria come su pietra. E le immagini fluiscono vivide nella mi testa. Immagini della mia classe d’allora che si intrecciano a quelle evocate dal poeta. Le vie strette di un borgo di campagna, l’odore di un fuoco di legna e su nel cielo un volo d’uccelli che si staglia sulle nubi rosseggianti del tramonto. E poi l’immagine della mia classe, nella scuola media di via Foria. È un pomeriggio d’una giornata luminosa e dalla finestra entrano i raggi di un sole calante dietro la Certosa di San Martino e su quei raggi danza un pulviscolo dorato che connota il ricordo delle forme di un sogno.

E a quel sogno ti abbandoni memoria di una felicità perduta. Ma è un istante, il borbottio della caffettiera ti riporta al triste presente, denso di paure e di scontento. Eppure siamo stati felici in quel tempo remoto, ma inconsapevolmente. E solo oggi ce ne rendiamo conto. Oh l’inganno del nostro vivere dove la felicità è sempre declinata al passato o brilla solo nei sogni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui