“La Notte dei Barbuti 2018”: la regista salernitana Brunella Caputo incanta

0
1

Da De Giovanni a Brunella Caputo-di Claudia Izzo-

Nell’abito de”LA NOTTE DEI BARBUTI 2018″, in scena allo Studio Sant’Apollonia di Salerno, la regista salernitana Brunella Caputo ha dato vita a ” VITA QUOTIDIANA DEI BASTARDI DI PIZZOFALCONE” dello scrittore partenopeo Maurizio De Giovanni, con grazia, con passione. Lo spettacolo, che ha debuttato al Teatro Vascello di Roma ed ha avuto la sua replica al Teatro Giullare di Salerno, è un incontro di vari personaggi, tante anime , tanti dubbi in una Napoli che li inghiotte.

“Lo spettacolo unisce i monologhi dei sei noti poliziotti napoletani del commissariato di Pizzofalcone, creati dalla penna di Maurizio de Giovanni e tratti dal suo libro “Vita quotidiana dei Bastardi di Pizzofalcone”, edito da Einaudi” , afferma Brunella Caputo. “Ogni monologo viene preceduto dalla voce di un narratore che racconta la vita di un altro particolare protagonista: Napoli, la città femmina. La musica colora con le melodie giuste il cielo di questa città unica, meravigliosamente raccontata nelle confessioni di vita dei poliziotti protagonisti di questi monologhi. Perché ogni loro emozione, colore, gioia, tristezza, forza, coraggio, amore, viene dal fluido che questa città trasporta e trasmette. Un fluido che Maurizio de Giovanni racconta con la forza e l’amore della sua anima napoletana.”

“Giuseppe Lojacono, Giorgio Pisanelli, Francesco Romano, Ottavia Calabrese, Alessandra Di Nardo, Marco Aragona. Ora che un volto ce l’hanno, facciamoli parlare. Sentiamo che hanno da dire, impacciati e imbarazzati, in lotta con le solitudini e con gli errori, in preda al dubbio di trovarsi nel posto e nel momento sbagliati. Lasciamoli parlare, tra sé e sé, mettendo sul piano della scrivania un’anima in lotta, che tanto vorrebbe smettere di combattere e fidarsi un po’. Mentre li guardiamo prepararsi a un altro incontro col delitto, mentre li vediamo scendere in strada ad affrontare la luce o la pioggia, sentiamoli pensare alle vie sbagliate che li hanno portati dove sono. Sentiamo che cosa pensano degli altri, ascoltiamoli mormorare le proprie bestemmie contro la vita, che amano così tanto. Sentiamoli, i Bastardi di Pizzofalcone. Perché hanno sempre tanto da dire, silenziosi e differenti come sono. (Maurizio de Giovanni)”

Una splendida interpretazione della regista salernitana con Andrea Bloise, Teresa Di Florio, Augusto Landi, Claudio Lardo Cinzia Ugatti per andare oltre i personaggi stessi, oltre le notti di  Napoli, cullati da questa città che ammalia e promette.

 

Fotografia a cura di Sabrina Prisco

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui