Brindo- di Denata Ndreca

0
228
Brindo alla puttana
che riscalda un letto,
al gatto senza padrone
che salta sul tetto.
Brindo al barbone
che dorme sul cartone,
alla signora con pelliccia
che passa con il cane
rivestito di zircone.
Brindo a chi
ha casa nelle metrò, a chi
se ne andato e non rivedrò.
Brindo a chi si ferma
per guardare le stelle,
a chi le parole –
                      le trasforma
in opere vere.
Brindo con la mano che trema –
alle madri all’ospedale,
alle loro preghiere –
                            ai figli da salvare.
Brindo ai padri senza stipendio,
a chi non ha nessuno –
                     da stringere sul petto.
Brindo alla guardia,
le mura, la prigione.
Brindo laddove si sente ancora –
            un debole battito di cuore.
Denata Ndreca

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui