All’Archivio di Stato Mostra documentaria sul Porto di Salerno nella Storia

0
35

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2019 “Un due tre… Arte! Cultura e intrattenimento”, l’Archivio di Stato di Salerno organizza la mostra documentaria dal titolo “Il porto di Salerno. Vicende storiche e sociali di un approdo marittimo del Mediterraneo“.

Nel percorso espositivo saranno visibili atti provenienti da diversi fondi archivistici dell’Istituto, a partire dai primi secoli dell’età moderna e fino agli inizi del Novecento, con particolare riguardo agli aspetti costruttivi, economici, commerciali e sociali dell’approdo marittimo salernitano. Tale scelta intende condividere con un pubblico più vasto rispetto alla tradizionale utenza un segmento importante della storia sociale, economica e commerciale della provincia e le sue connessioni con altre realtà politico-istituzionali.

L’inaugurazione è prevista il 19 settembre alle 17,00: ne prenderanno parte il direttore dell’Archivio di Stato di Salerno, Fernanda Maria Volpe, l’ingegner Francesco Messineo, segretario generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, la storica modernista Maria Antonietta Del Grosso che parlerà della “Marina” di Salerno nei secoli XVI e XVII; l’architetto e docente universitario Maria Archetta Russo (Università della Campania “Luigi Vanvitelli”) che si occuperà del rilancio ottocentesco delle attività portuali nell’Italia meridionale con particolare riferimento al porto di Salerno. Concluderà l’avvocato marittimista Alfonso Mignone, autore del volume: “Porto di Salerno. Una storia lunga dieci secoli”, sul ruolo del porto di Salerno nel contesto dello shipping globale.

Al termine, Salvatore Amato e Tiziana De Donato, funzionari archivisti di Stato dell’Istituto salernitano, presenteranno il percorso documentario, che sarà visibile al pubblico sabato 21 settembre, dalle 9.30 alle 13.30, e domenica 22 settembre, dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 17.30 alle 21.30, in occasione delle aperture straordinarie previste per le Giornate Europee del Patrimonio.

Le manifestazioni si concluderanno domenica 22 settembre, alle 19.00, con il concerto per archi e pianoforte a cura dell’Associazione Culturale “Cypraea”, che vedrà la partecipazione di Christian Caiazza (violino), Gabriele Melone (violoncello), Ludovica Ventre (violoncello) e Giuseppina Gallozzi al pianoforte.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui