Al Verdi di Salerno chiude il Festival dell’Essere con la direzione di Vittorio Sgarbi

0
39

La Malattia e la Speranza-

Dopo Velia, Paestum, Padula, il quarto ed ultimo appuntamento di questa prima edizione del Festival dell’Essere si terrà invece il 29 ottobre a al Teatro Verdi di Salerno, nella città patria della più antica scuola medica europea, antesignana delle più moderne Università, che diede una svolta epocale nello studio della medicina durante l’Alto Medioevo. Alle ore 17,30, il via alla manifestazione  diretta da Vittorio Sgarbi, dunque,  che riunisce personalità provenienti da vari mondi e discipline, chiamati nei luoghi della Magna Grecia per confrontarsi ed “elaborare pensieri”.

Per questo incontro il cui tema è “La malattia e la speranza”, Vittorio Sgarbi ha invitato a partecipare il cantautore Roberto Vecchioni, il pilota motociclistico Max Biaggi, l’attore Alessandro Preziosi, le attrici Cristiana Capotondi e Serena Autieri, la regista teatrale Andrée Ruth Shammah, il Mons. Giulio Della Vite, Alessio Feniello e il conduttore TV Andrea Pezzi.

Il Festival è progettato da Sabrina Colle e diretto da Vittorio Sgarbi, prodotto da Angelo Tumminelli, finanziato dalla Regione Campania e realizzato in collaborazione con la SCABEC.

Essere cristiani, essere mussulmani, essere atei, essere poeti, essere attori, essere politici, essere precari, essere cantanti, attori, cuochi, architetti, sportivi, viaggiatori, esploratori, antropologi.Un tema universale che definisce ciò che è da ciò che non è, attraverso il pensiero.

Redazione SalernoNews24.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui