A Firenze, “Contemporaneamente Le parole di Dante”, omaggio al Poeta in chiave contemporanea

0
36
La maratona poetica promossa dall’Associazione Culturale La Nottola di Minerva e Giunti Editore prevede due tappe importanti, il 25 marzo 2021 presso la Casa di Dante e l’Opera di Santa Croce a Firenze e il 13 settembre 2021 presso il Castello di Poppi, per poi proseguire auspicabilmente a ottobre al Salone Internazionale del Libro di Torino e al Museo Pecci di Prato, con il coinvolgimento delle scuole.

I primi contributi saranno presentati il 25 marzo 2021, in occasione del Dantedì, data che gli studiosi individuano come inizio del viaggio ultraterreno della Commedia. In che modo la voce di Dante è ancora viva nel nostro quotidiano e fonte di stimoli per i poeti e per i lettori contemporanei? Quali parole e modi di dire di Dante possono aiutare a raccontare la contemporaneità? In un momento così delicato e difficile, il viaggio dantesco ci può suggerire una bussola? Può aiutare a ritrovare identità nuove, indicando percorsi e metafore per affrontare e superare la crisi, anche della coscienza, determinata dalla pandemia?

I poeti coinvolti accettano la sfida di proporre una parola o un modo di dire che ancora oggi può offrire una chiave interpretativa del contemporaneo. Ciascun autore presenta la poesia di Dante con linguaggi e ritmi inediti per cogliere nel testo dantesco uno strumento di lettura del mondo che ci circonda, riavvicinandolo con metafore e analogie alla sensibilità e all’immaginazione creativa dei lettori, con particolare attenzione ai più giovani.

La Rassegna Contemporaneamente le parole di Dante intende dunque valorizzare la modernità del ritmo poetico della Commedia. La parola poetica, infatti, non è soltanto concetto, immagine e canto, ma è anche ritmo e suono, linguaggi diversi che si uniscono. Un itinerario attraverso i contributi di poeti e studiosi di Dante che ne proporranno una rilettura contemporanea, anche nel loro quotidiano attraverso parole chiave (viaggio, ombra, imago, mamma e nutrice, amore, come, capra, smalto, ecc.) e modi di dire di uso comune che derivano dalla Commedia (Nel mezzo del cammin di nostra vita…; L’amor che move ‘l sole e l’altre stelle, Cosa fatta capo ha, Quanto sa di sale lo pane altrui, Fatti non foste a viver come bruti, Galeotto fu…, Fa tremar le vene e i polsi…; Bel Paese; Bella persona; Stai fresco; Senza infamia e senza lode) oltre a espressioni verbali originali e fortemente empatiche come infuturarsi, intuarsi, inmiarsi.

La maratona poetica coinvolge sin dal primo appuntamento grandi scrittori e poeti tra i quali Elisa Biagini, Michele Brancale, Stefano Carrai, Ennio Cavalli, Giuseppe Conte, Vera Gheno, Paolo Fabrizio Iacuzzi, Marco Malvaldi, Denata Ndreca, Bernardo Pacini, Fabio Pusterla, Davide Rondoni. Si prevedono singole riprese video in streaming sui canali social della Regione Toscana, di Dante o Tosco; una diretta video che sarà trasmessa in radio (Radio Toscana e Controradio) e su una piattaforma digitale. La prima ripresa sarà registrata alla Casa di Dante a Firenze e presso il Complesso monumentale di Santa Croce di proprietà del Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno e del Comune di Firenze. Ciascun contributo sarà poi riunito in un unico video che sarà a sua volta diffuso alla radio e sui canali social delle realtà culturali coinvolte nella rassegna. La radio avrà un ruolo decisivo per la comunicazione in un momento così delicato che non consente a oggi di programmare gli eventi in presenza.

Verranno proposte novità editoriali e studi su Dante, in collaborazione con Giunti Editore, curate e presentate dal poeta ed editor Paolo Fabrizio Iacuzzi, tra le quali si segnalano: la nuova edizione della Divina Commedia. Con note e dizionari danteschi (Giunti Barbèra 2021), introdotta da 30 parole chiave dei poeti Fabio Pusterla, Stefano Carrai e Giuseppe Conte; il volume che raccoglie Tutte le Opere. Con Indice dei nomi e delle parole chiave. Traduzione delle opere latine, con introduzione di Marco Malvaldi (Giunti Barbèra 2021); il romanzo di Giuseppe Conte, Dante in love (Giunti 2021), che immagina Dante ritornare per un giorno sulla terra ogni 25 marzo, finendo per innamorarsi nella più recente di una turista di nome Grace in piena pandemia da Covid 19: un inno alla Bellezza e all’Amore. Sarà inoltre presentato il Glossario I modi di dire di Dante che usiamo ancora oggi di Vera Gheno (Zanichelli Dizionari Più).

Le performance degli artisti e degli autori sono state registrate presso la Casa di Dante e l’Opera di Santa Croce a Firenze (il complesso monumentale di Santa Croce è proprietà del Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno e del Comune di Firenze), mentre l’evento del 13 settembre si terrà al Castello dei Conti Guidi di Poppi. La Rassegna Contemporaneamente le parole di Dante presenta un doppio binario tra parola e musica, con diversi linguaggi espressivi in collaborazione con La compagnia Ball Percussion e l’attore Francesco Gori i quali interpreteranno i brani di Dante scelti non solo per restituirne il significato verbale, ma anche per evocarne la vibrazione ritmica, ricreando attorno a ciascuno di essi una peculiare atmosfera sonora. I modi di dire e proverbi di Dante che usiamo ancora oggi, letti dall’attrice Federica Miniati, si alterneranno con le parole per dare concretezza alle immagini offrendosi a riletture di sorprendente modernità.

Dante Alighieri in Florence” by Antonio Cinotti  is licensed with CC BY-NC-ND 2.0. To view a copy of this license, visit https://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui