Battipaglia: l’Istituto “Enzo Ferrari” ricorda il massacro delle Foibe.

0
1

Oggi, in occasione della commemorazione delle vittime del massacro delle “Foibe”, l’Istituto Alberghiero di Battipaglia ha celebrato la giornata Nazionale del ricordo. L’iniziativa è stata realizzata grazie all’interesse del Dirigente Scolastico, Daniela Palma, della Professoressa Antonella Mazzeo che ha presentato e analizzato l’iniziativa tesa alla sensibilizzazione degli alunni e all’avvocato Manuel Gatto di Salerno, che fin dai tempi universitari ha dimostrato particolare interesse e sensibilità per la salvaguardia dei diritti umani.
Innanzi alla vasta platea degli studenti delle classi IV e V riuniti nell’Auditorium dell’Istituto scolastico, la
Professoressa Mazzeo, da sempre molto attenta alla tematica, ha illustrato le vicende storiche relative all’ eccidio perpetrato dai partigiani di Tito ai danni delle popolazioni Fiumane Dalmate e Istriane, evidenziando l’assurda crudeltà del far precipitare uomini, donne e bambini, ancora in vita, all’interno delle cavità carsiche, le Foibe, appunto.
La professoressa Mazzeo ha ricordato, inoltre, la figura della giovane Norma Cossetto, seviziata e “infoibata” agonizzante, esortando i ragazzi a non dimenticare, ad essere cittadini attivi per garantire la pace ed il rispetto tra i popoli.
L’Avvocato Gatto si è soffermato sull’aspetto e contenuto giuridico dell’evento storico, evidenziando come vi siano state numerosissime condanne a morte in maniera arbitraria, contravvenendo ad ogni principio giuridico e umano, emanate da tribunali improvvisati senza che venisse concesso alcun tipo di difesa ai poveri malcapitati, militari ma anche civili di tutte le età, spesso colpevoli solo di essere cittadini italiani. L’avvocato Gatto si è soffermato sugli esuli giuliani,invitando i ragazzi a pensare a questo orrore del nostro Paese come ad un fatto di cronaca recente, per concepire quell’orrore in maniera più forte e vicina, affinchè, le nuove generazioni, si adoperino fattivamente per la salvaguardia dei diritti umani e per far si che il corso della Storia, non veda più il ripetersi di tali atrocità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui