Violenza inaudita nel salernitano: ieri un uomo dà fuoco alla moglie, oggi un femminicidio con suicidio

0
205

Claudia Izzo-

E’ emergenza violenza.

Follia nel salernitano, in queste due ultime giornate di novembre. Cronaca di cui non vorremmo mai dover scrivere.

La tragedia di Montecorvino Pugliano.

Soltanto ieri un uomo ha dato fuoco alla moglie a Montecorvino Pugliano versandole addosso dell’alcool al culmine di una lite. La donna, avvolta dalle fiamme, è riuscita ad aprire la porta dell’abitazione e chiedere aiuto. Trasportata al Ruggi grazie ai soccorsi chiamati dai vicini, la vittima ha riportato ustioni su tutto il corpo, anche sulla lingua ma non è in pericolo di vita.

La tragedia di San Mango Piemonte.

Un litigio tra due coniugi non più conviventi si è trasformata stamane  in una disumana tragedia. Poco dopo le 7, infatti, a San Mango Piemonte, un uomo di circa 56 anni, Rodolfo Anastasio, noto ristoratore salernitano ha ucciso la moglie, Paola Larocca, di 55 anni, per poi suicidarsi. I due non vivevano più insieme da qualche tempo anche se continuavano a gestire  insieme il locale “Pinocchio” a Salerno in via Lungomare Trieste e l’uomo frequentava abitualmente l’abitazione in cui viveva la moglie, intrattenendosi in modo sereno.

Stamattina però qualcosa non è andato per il verso giusto tanto da scatenare la follia omicida dell’uomo. La tragedia infatti sarebbe avvenuta all’interno dell’ abitazione dove l’uomo avrebbe ucciso la moglie utilizzando un coltello da cucina.

Uno dei due figli della coppia, un ragazzo di 29 anni, studente universitario, sentendo le urla  è intervenuto cercando di opporsi all’aggressione, avrebbe così tentato di fermare la furia il padre ferendosi ad una mano. Il ragazzo ha fatto scattare i soccorsi mentre  l’altro figlio ha soccorso la madre. Intanto l’uomo si allontanava dirigendosi verso l’autostrada. Sul posto sono accorsi i carabinieri della Compagnia di Salerno e del Nucleo Radiomobile.

Poco dopo la donna sarebbe morta appena giunta presso l’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona e l’uomo si sarebbe impiccato, legandosi ad una corda e lasciandosi cadere nel vuoto, sul cavalcavia dell’autostrada A2, tra gli svincoli di San Mango Piemonte e Pontecagnano Nord.

Il corpo dell’uomo è stato recuperato dai Vigili del Fuoco e il tratto è stato riaperto al traffico.

Le indagini

Secondo il nucleo investigativo l’uomo avrebbe colpito la moglie con diversi fendenti e  si continua ad indagare sui motivi scatenanti l’efferato omicidio.

Infiniti gli interrogativi da parte della comunità di San Mango Piemonte, chiusa nel suo devastante dolore.

Dolore senza fine.

Storie strazianti che ci lasciano sgomenti. A pochi giorni dal 25 Novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, qui si muore  ancora per mano di mariti, fidanzati, compagni. Nella migliore delle ipotesi si finisce in ospedale. Che società è questa in grado di creare simili mostri?

Vogliamo ricordare un caso per tutti: Anna Borsa, 30 anni, uccisa a Pontecagnano Faiano all’interno del salone di bellezza in cui lavorava. A sparare l’ex fidanzato. Era il 1 marzo 2022.

Codice rosso nella provincia di Salerno: dal 1 gennaio 2020 al solo gennaio 2021 sono stati emessi 18 ammonimenti per stalking, 52 per violenza domestica, 17 proposte di sorveglianza speciale con applicazione dell’obbligo di soggiorno da parte del tribunale.

Ed a questo triste elenco ci sono  da aggiungere i dati del 2022.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui