UNISA: Dipendente Adisurc ruba 22.000 euro da macchinette mensa universitaria

0
39

Dipendente Adisurc ruba 22.000 euro da macchinette mensa universitaria Salerno. Borrelli. Perché non è stato licenziato? Non vorremmo che dopo il caso Eav passi l’idea che chi ruba nella Pubblica Amministrazione la fa sempre franca

“Possibile che, nonostante le prove schiaccianti, compresi i filmati delle telecamere, non si sia potuto procedere con il licenziamento del dipendente dell’Adisurc di Salerno che rubava le monetine dalle macchinette usate dagli studenti per ricaricare i badge della mensa?”

A chiederlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione Università, per il quale “i dirigenti dell’Adisurc spieghino per quale motivo ci si è limitati alla sospensione di fronte ad accuse così gravi. Non vorremmo che hanno deciso di non procedere con sanzioni più gravi dopo il caso del dipendente Eav che, dopo essere stato scoperto come finto malato e licenziato, è stato poi reintegrato dal Tribunale”.

“Tra l’altro, il dipendente non avrebbe rubato una somma di poco conto, in quanto lo avrebbe fatto per molto tempo al punto da ‘rubare’ oltre 20.000 euro” ha aggiunto Borrelli per il quale “al di là della quantità di denaro rubato, già il fatto che ha pensato di farlo dovrebbe bastare per tenerlo lontano da un ufficio pubblico”

Fotografia di Gaetano Clemente

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui