Tragedia di Capodanno: oggi i funerali di Nicholas Galluzzi e Ilaria Bove, lutto cittadino a Pellezzano

0
623

di Antonietta Doria-

A Capodanno ci sono desideri da esprimere per l’anno nuovo semmai con un bacio sotto al vischio. Ma per Nicholas Galluzzi, 18 anni di Coperchia di Pellezzano, studente del Regina Margherita di Salerno e Ilaria Bove, 15enne della zona Fratte di Salerno, studentessa del Liceo Artistico, il destino ha pensato altro.

I due giovanissimi viaggiavano il 1 gennaio a bordo di uno scooter, un Beverly 250, quando, per cause  ancora in corso di accertamento, i due giovani fidanzatini, hanno perso il controllo  urtando contro il marciapiede, urto che avrebbe dirottato lo scooter verso un palo. L’impatto violento avrebbe fatto saltare via i caschi ritrovati più avanti determinando così la morte dei due giovanissimi, avvenuta a Coperchia,  in via Carlo de Iuliis,  direzione Cologna, alle 18.30

Secondo le ipotesi, un altro scooter con due amici in sella seguiva a breve distanza quello Nicholas ed Ilaria. Questi sarebbero anch’essi caduti e ricoverati presso l’ospedale Ruggi di Salerno, ma senza gravi conseguenze.

Proprio questi ultimi due, un ragazzo ed una ragazza, risultano essere indagati.La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno ha aperto infatti una inchiesta per indagare sulle cause del sinistro a cui  sta collaborando anche la Procura dei Minori mentre la famiglia Galluzzi è seguita dall’avvocato Cecchino Cacciatore e  la famiglia Bove dall’avvocato Damiano Palo.

La vicenda si è tinta di assurdo quando sul posto è  arrivata l’ambulanza del 118 su cui viaggiava proprio il fratello di Ilaria, Francesco, volontario Avis, il primo a soccorrere la giovanissima sorella. Una tragica coincidenza. Il fratello di Ilaria ha provato in tutti i modi a rianimare quest’ultima, ma inutilmente. Il dolore è incolmabile. Sui social sono disperate le parole di Francesco per la sorella volata via che sanno di dolore atroce, sconfitta, rimpianto per poi concludere “Scusa Ilaria ci ho provato, ovunque tu sia…io ora sento solo freddo”…

Il sindaco di Pellezzano, Francesco Morra, intanto, ha disposto, con apposita ordinanza, il lutto cittadino per la giornata di oggi, bandiera a mezz’asta negli edifici pubblici, lo spegnimento anticipato delle luminarie natalizie, chiusura simbolica delle serrande degli esercizi commerciali ed un minuto di raccoglimento da osservare in concomitanza con l’inizio dei funerali previsti per le ore 18.00 che si terranno presso il Palasport della frazione Capriglia. Ovunque c’è dolore per queste giovani vite spezzate in una giornata, il 1 dell’anno, che doveva essere piena di progetti e di calore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui