Stupro circumvesuviana di San Giorgio a Cremano: tutti a casa

0
2

Anche il terzo presunto violentatore è tornato in libertà. -di Claudia Izzo-

I Giudici del Tribunale del Riesame di Napoli non ci stanno ed i tre ragazzi, Alessandro Sbrescia ,Antonio Cozzolino, Raffaele Borrelli, accusati di aver stuprato la 24enne di Portici in un ascensore  della Circumvesuviana  di San Giorgio a Cremano sono tornati tutti a casa, a meno di un mese dalla denuncia della ragazza. A giorni la pubblicazione delle motivazioni per cui la ragazza avrebbe mentito.

“Disturbi psichiatrici, di anoressia, grave disturbo della personalità” sarebbero elementi trapelati negli ultimi tempi che andrebbero a delineare si  una ragazza fragile e sofferente, in cura presso il Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl di Torre del Greco e San Giorgio a Cremano, ma che ai rapporti non si sarebbe opposta. Un racconto non credibile, dunque, quello della ragazza tra contraddizioni e smentite, dove la trama dell’accaduto si infittisce sempre più.

Una verità ancora ben lontana. Certo le telecamere della Circumvesuviana avranno ben immortalato non solo l’ascensore che si apriva e chiudeva mentre la violenza o pseudo tale è avvenuta , ma anche gli attimi dopo e l’atteggiamento della presunta vittima nei confronti dei suoi presunti aggressori. Eppure il referto parla di chiare lesioni compatibili con l’uso di violenza da parte dei ragazzi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui