Sei fermi di indiziato di delitto a Salerno, Eboli, Battipaglia e Villaricca.

0
14

Minacce e violenza nei confronti dei pusher-

Dopo approfondite indagini,  all’alba di questa mattina la Procura della Repubblica di Salerno – Direzione Distrettuale Antimafia- ha delegato la Polizia di Stato, Squadra Mobile di Salerno, all’esecuzione  di sei fermi di indiziato di delitto a carico di altrettanti individui, domiciliati ad SALERNO, EBOLI, BATTIPAGLIA e VILLARICCA, in provincia di NAPOLI.

Attraverso le indagini  sono stati documentati ripetuti episodi di minaccia e violenza nei confronti di pusher che non erano stati in grado di corrispondere il denaro pattuito con i fornitori per l’acquisto di sostanza stupefacente

Alle persone raggiunte dai provvedimenti restrittivi della libertà personale, sono stati contestati i reati riguardanti l’ illecita vendita di sostanze stupefacenti, aggravati dalla  circostanza,  modalità mafiosa.

I destinatari del fermo, CIARDI Umberto, 44enne salernitano, ROSA Francesco, 34enne sorvegliato speciale della P.S. con obbligo di soggiorno nel comune di residenza (Scafati), DIANESE Cosimo, PETRILLO Cosimo, SANSONE Luca, tutti di Eboli, e ESPOSITO Vincenzo, di Villaricca (Na), si sono resi responsabili di diversi episodi di acquisto e cessione di sostanze stupefacenti, in particolar modo del tipo “cocaina”, dal mese di novembre 2016 ad aprile 2017 nella zona sud di Salerno.

Già nel mese di febbraio di quest’anno, Cosimo DIANESE era stato tratto in arresto dalla Squadra Mobile di Salerno, nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e successivamente, si è reso responsabile, unitamente a Luca SANSONE, Umberto CIARDI e Francesco ROSA del reato di estorsione e  di reiterate minacce nei confronti di un loro acquirente.

Redazione

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui