Salerno piange Francesco Colucci, comunicatore e politico

0
13

Unisa in lutto- di Claudia Izzo-

Si sono tenuti stamane, presso la Chiesa di Sant’Anna, a Cava de’ Tirreni,  i funerali di Francesco Colucci creando un grande vuoto nel mondo accademico e culturale della città e nel mondo de giornalismo campano.

Stroncato da un infarto nella notte a 49 anni,  Francesco Colucci già consigliere comunale a Salerno, era”C conosciutissimo nel mondo universitario salernitano avendone curata per anni la comunicazione, essendo stato tra i fondatori della web radio universitaria, dirigendo la testata giornalistica Unisçund,  creando  fermento e spirito di squadra.  Laureato in Scienze della Comunicazione con pubblicazione di tesi on line, dal 2009 era vicepresidente dell’associazione “Unis@und-Oltre i confini del WEb”, nel 2010  era diventato responsabile dei contenuti e referente d’Ateneo per la verifica ed il controllo del palinsesto ella Clever Tv Unisa, la tv interna del campus di Fisciano a Baronissi. Attualmente era il responsabile della comunicazione dell’A.Di.Su.R.C., Azienda per il Diritto allo Studio Universitario della Regione Campania dell’Ateneo salernitano.

” Colucci è sttao un valido professionista nell’ambito della comunicazione universitaria ed un valente consigliere comunae attento alla risoluzione delle problematiche della città con passione e competenza. La nostra comunità piange un uomo buono e giusto esprimendo ai familiari, colleghi ed amici fraterna solidarietà ” ha commentato Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno.

“Ciao Francesco, oggi siamo in tantissimi a ricordarti e a celebrare la magnifica gioia di averti incontrato e l’infinita tristezza di averti perduto. Per me sarai sempre l’immediata amicizia, il senso di costruire assieme, i toi fipao, i brindisi, la guida di quell’eroica truppa dei primi laureati in Comunicazione, la tua tesi di laurea sull’intelligenza collettiva, la grande invenzione di Supermedia,…la web radio,  le tue letture sulla fisica quantistica, il ridere magnetico, la complicità sempre, le conquiste, il lottare assieme, la miriade di amici comuni… e la poesia” scrive sulla sua pagina Facebook, Alfonso Amendola, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi  presso l’Ateneo salernitano.

“Ci sono parole che si riescono a dire ed altre che preferisci serbare nel cuore e nella memoria. E io di fronte alla morte di Francesco Colucci di parole non ne ho.” ” Preferisco ricordarlo per la sua passione, la capacità di esserci sempre, la nostra ultima telefonata di qualche tempo fa per dirci che ci volevamo bene”, scrive l’onorevole Gigi Casciello, deputato di Forza Italia, commosso per l’improvvisa e prematura scomparsa di Francesco Colucci.“Io perdo un amico, Salerno un’intelligenza appassionata di una generazione che molto ha dato e poco ha ricevuto da una città che agli uomini liberi preferisce i cortigiani e i trasformisti – continua il parlamentare Casciello -. E per Francesco ora ho solo preghiere chiedendo al Cristo risorto di sorreggere la sua famiglia, le sue bimbe, per dare un senso ai giorni che verranno”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui