Quando il cuore è Granata: buon compleanno Salernitana!

0
0
dav

Cronaca di una festa sportiva- di Sergio Del Vecchio-

Ore 19.19, luogo dell’appuntamento Piazza Casalbore. Innanzi c’è lo stadio  Donato Vestuti  dove campeggia uno striscione rigorosamente granata con la scritta “Amarti è stato facile, dimenticarti impossibile”, mentre ad un ultimo piano la voce dello striscione recita ” Come se fosse il primo giorno”. Da questo luogo è  iniziato  il corteo per ricordare che dal 1919 al 2019 sono cento anni di passione per una squadra legata al simbolo del cavalluccio marino, alla sua città ed ai suoi infiniti tifosi. Bandiere, striscioni, festoni, da giorni sono stati piazzati in ogni strada, a ricordare che la città tutta ha un solo grande cuore. E poi, via dei Principati, Corso Vittorio Emanuele, via dei Mercanti, fino alla ex sede storica della Salernitana al civico 67, Largo Campo, Santa Teresa, un corteo concluso con fuochi d’artificio.

La generazione Donato Vestuti ha poi organizzato una Messa in suffragio dei tifosi granata defunti, per non dimenticare. Il corteo è stato emozionante,  fatto di bandiere lunghissime, di tantissimi tifosi, dal sindaco Vincenzo Napoli, al più piccolo bimbo sulle spalle del papà con la maglietta granata. Scene che vorremmo vedere più spesso, momenti in grado di unire  la città che ha saputo accogliere i suoi cinquantamila tifosi  in Piazza della Concordia. Qui , sul palco, Metis Di Meo, attrice e conduttrice romana, madrina della festa, e Matteo Amaturo, figlio del compianto giornalista sportivo salernitano Gigi,  hanno condotto una serata con calciatori e allenatori di un tempo,  dagli anni 80 ai 90.  Il sindaco Napoli, il Governatore della Campania De Luca, assessori vari, tutti uniti nel colore Granata.

Poi la band di Demo Morselli e Marcello Ferrante con sullo sfondo il logo per i cento anni creato dagli allievi del Liceo  Artistico Sabatini Menna. Tutti insieme in nome delle tante gioie e dolori provati per la squadra del cuore. 

Fotografie a cura di Sergio Del Vecchio

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui