Premier Conte: “se ami l’Italia mantieni le distanze”. Nuove misure dal 4 maggio.

0
94

Nuovo collegamento da Palazzo Chigi con il Premier Conte che parla della convivenza con il Covid -19 in questa Fase 2.

Come ha illustrato il Premier, ci  aspetta in questa Fase 2 una sfida molto complessa con rinunce e privazioni, si potrebbe reagire con rabbia e risentimento, prendendocela con tutti, con politici, stampa, oppure possiamo scacciare via rabbia e risentimento pensando a ciò che ognuno può fare per consentire una più rapida ripresa. “Si tratta cioè, nei prossimi mesi, di gettare le basi per la ripartenza del paese” ha affermato Conte.

“In questa nuova fase due la curva del contagio potrà risalire in alcune aree del paese, questo rischio c’è e dobbiamo assumercelo, dobbiamo affrontarlo però  con metodo e con rigore. Nella fase 2 quindi sarà ancora più importante mantenere le distanze di sicurezza, sarà fondamentale il comportamento responsabile di ciascuno di noi. Se vuoi bene all’Italia devi evitare il rischio che il contagio si diffonda. Non bisogna mai avvicinarsi, bisogna rispettare le distanze di sicurezza di almeno un metro, questo è fondamentale. Anche nelle relazioni familiari bisogna stare attenti perché bisogna rispettare questa precauzione…”

Senza rispettare le norme, la curva del contagio,dunque, potrebbe risalire, senza la distanza sociale la curva potrebbe andare  fuori controllo, potremmo avere altri morti da piangere e la nostra economia subirebbe danni irreversibili.

Conte afferma: “Se ami l’Italia, mantieni le distanze… Anche il Governo ha un compito specifico in questa nuova fase, dovremo vigilare, monitorare costantemente affinché questa curva si mantenga sotto controllo, non risalga e dovremo essere pronti ad intervenire in modo rapido, efficace laddove l’andamento della curva epidemiologica dovesse diventare clinico. Dobbiamo rimboccarci le maniche, serve una stagione intensa di riforme, deve essere un’occasione per cambiare radicalmente tutte le cose che nel nostro Paese non vanno.Insieme a tutta la squadra dei Ministri  non ci tireremo indietro, ci battiamo, ci siamo già battuti e continueremo a batterci, in Europa ma anche in italia per cambiare tutte le cose che non vanno.”

Dal 4 Maggio si da il via ad un nuovo piano. Conviveremo con il virus adottando tutte le precauzioni. Le mascherine sono alla base delle precauzioni, il loro prezzo di mercato sarà di 0,50 centesimi   per remunerare le imprese ed i costi di produzione, con un piccolo margine di guadagno per evitare speculazioni, evitando completamente l’IVA.

“In Europa è stato affermato un principio molto importante- la reazione a questa emergenza deve essere comune, rapida e deve essere coraggiosa- …E’ innegabile, se l’Italia non avesse opposto queste condizioni dall’inizio con forza già dallo scorso Consiglio Europeo di marzo, non avremmo mai ottenuto questo risultato, storico, fondamentale, un punto a nostro favore…è il Sistema Italia che ha sollecitato questa risposta, ottenuto questa risposta…”

Un importante passo avanti che ci deve portare al traguardo. Il Premier ha parlato della situazione economica ricordando che l’INPS ha accolto, tra gennaio e marzo, 109 mila domande in più di reddito di cittadinanza e di pensioni di cittadinanza. Numero elevatissimo di domande arrivate, “11 mila domande compresa la cassa integrazione, una situazione senza precedenti, mole di domande che veniva trattata mediamente dall’INPS in cinque anni ed è stata trattata in un solo mese…” Ha affermato Conte.Si attende di completare il patrimonio informativo che permetterà di erogare quanto dovuto.

IMPRESE: “Questo paese non riparte se non punteremo sulle imprese…Per chi ha avuto il bonus  da 600 euro si sta sperimentando la possibilità di rinnovarlo automaticamente con un semplice click. “La nostra ripresa parte da un sostegno poderoso all’attività di impresa, perchè il nostro obiettivo non è di avere più sussidiati, ma più occupati…Ci saranno finanziamenti anche a fondo perduto, un sostegno diretto alle varie imprese con contributi vari: affitti commerciali, tagli al costo delle bollette”

TURISMO: “Non lasceremo gli operatori da soli”…Nascerà un decreto SbloccaPaese.

Cosa prevede il nuovo provvedimento: Le misure entreranno in vigore dal 4 maggio. Per le due settimane successive, fino al 18 maggio si avrà una conferma generalizzata delle misure di distanziamento e di spostamento.

SPOSTAMENTI: Le motivazioni per gli spostamenti all’interno della regione rimarranno le stesse:  comprovate esigenze lavorative e situazioni di necessità e motivi di salute. “Si aggiunge la possibilità di spostamenti mirati per far visita a congiunti per riunire familiari. Visite mirate nel rispetto delle distanze con l’adozione mascherine e divieto di assembramento. Non sono consentiti party privati,  familiari, ritrovi di famiglia”.

All’interno della regione sono consentiti gli spostamenti così come sono adesso, divieto di trasferimento o spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati in una regione diversa da quella in cui ci si trova. E’ ammesso un trasferimento per ragioni lavorative, per assoluta urgenza o per motivi di salute. Si consente il rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza.

CON FEBBRE: Non è più raccomandato ma si deve, per coloro che presentano sintomatologia da  infezione respiratoria e febbre maggiore di 37, 5°, rimanere presso la propria il proprio domicilio, limitando al massimo i contatti sociali, avvertendo il proprio medico curante.

DIVIETI di ASSEMBRAMENTO: persistono nei luoghi pubblici e privati. Non vengono consentiti party privati a giovani o adulti. I sindaci potranno disporre la chiusura di aree laddove non sia possibile assicurare queste prescrizioni.

PARCHI, VILLE, GIARDINI  PUBBLICI: si acconsente l’accesso  condizionato al rigoroso rispetto delle distanze a patto che  che siano adottate misure per contingentare l’ingresso. I sindaci possono disporne la chiusura laddove non sia possibile assicurare queste prescrizioni.

ATTIVITA’ SPORTIVA E MOTORIA: era possibile svolgere attività sportiva nei pressi della propria abitazione, adesso ci si potrà allontanare rispettando la distanza di almeno due metri per l’attività sportiva,  per quella motoria basta un metro. Saranno consentite dal 4 maggio le sezioni di allenamento degli atleti professionisti e non professionisti ma riconosciuti di interesse nazionale dal CONI e dalle federazioni, sempre nel rispetto del distanziamento sociale e a porte chiuse.

CERIMONIE FUNEBRI: saranno consentite cerimonie funebri con la partecipazione di massimo 15 congiunti, con funzione da celebrarsi all’aperto indossando mascherine e rispettando rigorosamente il distanziamento sociale.

CONSEGNE A DOMICILIO: Fino ad adesso bar e ristoranti possono fare consegne a domicilio, dal 4 maggio è consentita l’attività di ristorazione con asporto. Innanzi ai  bar e ristoranti è vietato l’assembramento, bisognerà rimettersi in fila, rispettare le distanze. Si eentra uno alla volta ed il cibo si consumerà a casa, in ufficio, dove è consentito , ma non innanzi al posto di ristoro

ATTIVITA’ PRODUTTIVE: dal 4 maggio riapre tutta la manifattura, tutto il settore delle costruzioni, tutto il settore de commercio all’ingrosso funzionale alle manifattura ed alle costruzioni. Vanno rispettati i protocolli di sicurezza sui luoghi di lavoro.

AZIENDE DI TRASPORTO,  TUTELA DEI LAVORATORI SUI CANTIERI:è stato sottoscritto un protocollo di sicurezza,  tutti devono predisporsi al rispetto assoluto  delle prescrizioni.

COMMERCIO AL DETTAGLIO, MUSEI; MOSTRE; BIBLIOTECHE, ALLENAMENTI IN SQUADRE IN CAMPO SPOSRTIVO: riapertura il 18 maggio

Più intensa apertura  di BAR; RISTORATORI; e apertura di PARRUCCHIERI; CENTRI ESTETICI ; BARBIERI; CENTRO MASSAGGIO: 1 giugno

Le regioni forniranno informazioni quotidiane sulla curva epidemiologica dei propri territori e sulle situazioni di adeguatezza del Sistema Sanitario regionale per far elaborare le situazioni critiche. Il Ministro della Salute individuerà le soglie sentinella per evitare un andamento della curva del contagio che sfugga di mano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui