Femminicidio a Pontecagnano: muore freddata la parrucchiera Anna Borsa. Aveva 30 anni.

0
1050

di Antonietta Doria-

Nel salernitano un giorno di Carnevale tra le lacrime.

In questo Carnevale senza allegria per i venti guerra che soffiano in Ucraina, un nuovo dolore ci sconvolge qui, a Pontecagnano, in via Tevere.

Intorno alle 9.00 un uomo, A.E. le sue iniziali, ha fatto irruzione, armato di pistola, in un negozio di parrucchieri che aveva già i primi clienti al suo interno, e dopo aver pronunciato poche parole, ha freddato, sparandole alla testa, una dipendente del salone, sua ex fidanzata.

Anna Borsa, 30enne originaria di Salerno e residente nel quartiere Mariconda, muore così sul colpo, in una pozza di sangue, sotto gli sguardi increduli di dipendenti e clienti. Intanto un 38 enne, A.C., è rimasto ferito ad una spalla, per cause ancora da accertare e ricoverato al San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona.

Inutili i tentativi degli operatori del 118 nel cercare di rianimare la giovane donna. Sul  posto gli agenti della Polizia Municipale e i Carabinieri della locale Compagnia per i rilievi del caso e per interrogare i testimoni. Si continua ad indagare e a dare la caccia all’omicida anche attraverso l’utilizzo di un elicottero che vola a bassa quota e perlustra la zona. Intanto, il sindaco di Pontecagnano, Giuseppe Lanzara, si fa portavoce del dolore di tutti: “La città di Pontecagnano Faiano si stringe intorno alla famiglia e si prepara ad osservare il lutto cittadino annullando ogni evento in programma”.

A pochi giorni da quella che è la festa che celebra la donna, ci si chiede il perchè di tale furia omicida, il perchè di queste relazioni malate, il perchè di tanto dolore, ancora oggi, come sempre.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui