Omicidio Vassallo: il fratello denuncia incongruenze negli atti

0
0

Omicidio Vassallo, il fratello denuncia incongruenze negli atti: “Non credo più alla Procura”. Verdi: “Qualora confermate, omissioni gravissime. Solidarietà alla famiglia. Era un vero ambientalista, sono nove anni che aspettiamo giustizia”

“Qualora le dichiarazioni del fratello di Angelo Vassallo fossero confermate saremmo di fronte ad un fatto gravissimo. La magistratura dovrà spiegare le omissioni e le incongruenze”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il portavoce per la Campania del Sole che Ride Vincenzo Peretti in riferimento alle parole di Dario Vassallo, fratello del sindaco di Pollica assassinato nel 2010, che ha affermato di non credere più nel lavoro della Procura di Salerno. “Stiamo parlando di un vero ambientalista – spiega Borrelli – sono quasi nove anni che aspettiamo giustizia per un amministratore onesto, ucciso da una mano criminale che è ancora ignota. Le parole di Dario Vassallo risuonano sinistre. Solidarietà alla famiglia, abbiamo sempre riposto la massima fiducia nell’operato dei magistrati ma qualora le sue dichiarazioni fossero confermate saremmo di fronte ad un fatto di una gravità inaudita. La Procura dovrà spiegarci il perché delle incongruenze denunciate da Dario Vassallo. Non ci fermeremo fino a quando non avremo avuto giustizia”, conclude Borrelli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui