Incidente violentissimo: Salerno dice addio al 28enne Luigi D’Urso, amato imprenditore

0
57

La tragedia.

28 anni, in sella allo scooter per far ritorno a casa alle 2,30 dopo il lavoro presso la sua Osteria Nonna Maria di via Roma.

Ma Luigi D’Urso a casa non è mai tornato perchè nella notte tra venerdì 19 e sabato 20 è stato travolto, poco dopo il semaforo tra via Roma e Corso Garibaldi, da un’automobile innanzi alle Poste Centrali.

La dinamica.

Luigi è stato investito da un’autovettura che secondo le prime ricostruzioni viaggiava ad alta velocità, venendo così sbalzato dalla sella su cui viaggiava a 15 metri di distanza, nella corsia riservata ai bus di fronte alla vecchia sede del Tribunale. In questo essere scaraventato, Luigi D’Urso è andato a sbattere contro un cartellone pubblicitario che si è divelto. Sulla strada sono ancora presenti i segni della tragedia. Il giovane uomo è morto sul colpo nonostante indossasse regolarmente il casco.

Nell’auto che lo ha preso in pieno viaggiavano  tre ventenni. Il conducente è stato accusato di omicidio stradale e sono scattati per lui gli arresti domiciliari mentre il dolore a Salerno non si placa. Persona stimata e benvoluta il giovane imprenditore lascia un vuoto enorme e tre bambini piccoli.S indaga.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui