Covid-19: Polichetti (Fials):”Stabilizzazione o titolo preferenziale per gli operatori sanitari”

0
371

L’emergenza Covid -19 necessita delle giuste armi, prime tra tutte la presenza di medici ed infermieri in prima linea. Il dr Mario Polichetti, Responsabile Provinciale Sanità ed Enti Locali Fials, auspica la creazione di una collaborazione più stretta tra la componente ospedaliera e quella universitaria, l’inquadramento degli specializzandi e lo scorrimento delle graduatorie per facilitarne il loro inserimento.

“Auspichiamo si provveda ad una maggiore integrazione per quanto riguarda l’azienda ospedaliera universitaria di Salerno tra la parte ospedaliera e la parte universitaria con l’istituzione di tutte le scuole di specializzazione” ha affermato il dr Polichetti. ” Auspichiamo una direzione mista che preveda cioè una componente universitaria ed una componente ospedaliera. Vogliamo sollecitare anche la creazione con contratti integrativi di un ruolo giuridico per gli specializzandi in modo tale da poterli a pieno titolo utilizzare, per adesso e per il futuro, per colmare le carenze di medici in organico e per poterli far partecipare a pieno titolo all’assistenza sanitaria. Bisogna parlare di stabilizzazione o di costituzione del titolo preferenziale per gli infermieri e gli operatori sanitari che vengono chiamati in questo periodo di emergenza. Gli specializzandi vanno inquadrati con una posizione giuridica che dia loro garanzie da un punto di vista lavorativo così si può costituire una forza lavoro su cui si può fare affidamento. Bisogna cioè far scorrere la graduatoria senza ulteriori ritardi che potrebbero rivelarsi fatali.”

“Proprio stamane – prosegue il dr Polichetti – con il dr Francesco Marino, responsabile di Gincologia, ci siamo rivolti all’Ufficio del personale per far scorrere la graduatoria. E’ stata chiamata una persona al lavoro in ospedale che sarebbe dovuta venire entro il 10 marzo ma ne abbiamo perse le tracce. Sono sempre i soliti a supportare tutto… Lamentiamo la lentezza della burocrazia interna e aspettiamo una velocizzazione di questi processi.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui