Coronavirus: Porcelli (Fials) al Governatore De Luca “non c’è più tempo”

0
438

Armando Porcelli, Segretario provinciale Fials, non riesce a contenere la sua preoccupazione e lancia attraverso la nostra testata un appello diretto al Governatore De Luca. Lo fa con il rammarico di chi vorrebbe essere fisicamente in prima fila, ma l’età non glielo consente.

“Mi sembra di assistere ad una partita di scacchi ma qui c’è urgenza, non c’è tempo. Sono disorientato innanzi alla situazione ospedaliera del Ruggi e tutti, medici e paramedici, viviamo un disagio. Come sindacalista non ho nessuna intenzione di fare l’eroe e mi appello al Governatore De Luca che tanto sta facendo per questa emergenza Coronavirus, ma credo che debba riordinare le fila. E’ stato ben informato sulla situazione del Ruggi dal suo braccio destro, il Consigliere per la Sanità in Campania, dr Enrico Coscioni ? Qui al Ruggi mancano dispositivi di protezione per medici, paramedici e pazienti. C’è paura da parte degli operatori, paura giusta e condivisibile. Siamo allo sbando, non vi è sicurezza.  Il Ruggi è un’isola che non c’è. Nella zona dell’obitorio vogliono realizzare una struttura emergenziale per la rianimazione. Noi abbiamo un presidio a Torre Angellara che potrebbe essere riabilitato, almeno in parte. Siamo in guerra ed in guerra bisogna essere chiari. Un plauso al Governatore De Luca ma non vedo collaborazione. Qui l’emergenza Coronavirus si va ad aggiungere alla carenza strutturale degli ambienti: situazioni precarie in termini di spogliatoi, servizi igienici. Mi chiedo in questo momento il dr Coscioni quali procedure abbia attuato.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui