Coronavirus: pandemia, Italia allo sbando: dopo Milano, esodo da Roma al Sud

0
644

“Arieccoci” …-di Claudia Izzo-

Proprio ora che l’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara ufficialmente ciò che era evidente a tutti e cioè che si tratta di una pandemia, gli italiani cercano in tutti i modi di diffondere il virus ovunque.Stamane tutti all’autostazione Tibus alla Tiburtina a Roma. E’ questo il punto di snodo per i pullman che partono per la Campania, Abruzzo, Molise.

Sembra rivivere l’esodo che da Milano al Sud ha portato un esercito di meridionali che, dopo le restrizioni decise dal Governo, ha ben pensato di invadere nei tempi ancora utili (la notte tra sabato 7 marzo e domenica 8,  mentre il decreto andava in vigore la mattina successiva) la stazione ferroviaria di Milano per lasciare la Lombardia.

C’è solo un particolare. Da allora è cambiato che le restrizioni sono state allargate all’Italia intera, quindi, tutto ciò non doveva essere possibile.

Come dire, la gente doveva stare a casa, in questo caso a Roma, con le dovute eccezioni per coloro che avrebbero dovuto mostrare l’autocertificazione, ma in molti non sanno ancora cosa sia, non l’hanno scaricata, non si sono posti il problema.

I controlli, come era immaginabile, si sono avuti solo alla Stazione Termini.

Un Governo che fa i decreti e non ne controlla nel concreto l’attuazione è un Governo fantasma.

Pandemia: “un nuovo virus che si diffonde in tutto il mondo e contro il quale la maggioranza degli uomini non ha le difese immunitarie”, questa la definizione per l’OMS.

Non si sa più chi fa la beffa e chi viene beffato, se il Governo o il popolo, perchè qui, quello che non si è capito, è che stiamo in una stessa barca chiamata Italia e che di questo passo, tra strutture sanitarie inadeguate e comunque non in grado di reggere ad emergenze, dobbiamo solo invocare la fine del mondo perchè non siamo in grado di cautelare noi stessi e neanche le persone che diciamo di amare.

Vili, egoisti e strafottenti, gli italiani ancora una volta se ne sbattono delle regole. La situazione gestita celermente avrebbe evitato ricoveri e morti. Ed il Sud impotente sta ad osservare la migrazione. Del virus.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui