Comune, disciplinare di accesso per giornalisti, il Presidente Lucarelli: “è anticostituzionale”

0
12
Il post elezioni amministrative a Salerno ha regalato una novità a tutti i giornalisti, all’indomani del terremoto che ha sconvolto Palazzo di Città per l’inchiesta giudiziaria.
La Giunta comunale infatti ha varato un provvedimento all’interno del disciplinare di accesso al Palazzo di Città. Il tutto avrebbe origine dalla necessità di realizzare un migliore afflusso agli uffici e alle sedi della politica, come ha  più volte ribadito Claudio Tringali, neo assessore alla Trasparenza e alla Sicurezza. Tutto il mondo  di giornalisti, addetti alle riprese e fotoreporter dovrà, per accedere, ricevere un badge dopo essere stato in precedenza identificato, sempre dopo aver preso un appuntamento, trafila obbligatoria eccetto che per manifestazioni pubbliche, sedute del Consiglio Comunale, conferenze stampa. La sanzione amministrativa, in caso di violazione, va dai 25 ai 500 euro.
Per l’ordine dei Giornalisti tutto ciò è a dir poco incostituzionale e Ottavio Lucarelli, Presidente dell’Ordine afferma:”L’Ordine dei giornalisti della Campania denuncia il regolamento, medievale e anticostituzionale, emanato dal Comune di Salerno che, nel mezzo di un’inchiesta giudiziaria che coinvolge l’Amministrazione, consente l’accesso ai giornalisti solo su appuntamento e con badge con multe di 500 auro per chi non rispetta la normativa. Una disposizione che cancella la libertà di informazione e che contrasteremo con ogni azione, anche legale, a tutela dei giornalisti salernitani”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui