Caggiano: da Guardia Ambientale a piromane, arresti domiciliari per un 56enne di Caggiano

0
18

-di Antonietta Doria-

Risulta iscritto ad un’associazione di Guardie Ambientali ma proprio lui,  56enne residente a Caggiano, è ritenuto responsabile del grave incendio sviluppatosi lo scorso 14 agosto tra i comuni di Caggiano e Salvitelle che ha interessato una zona di circa 50 ettari. Così il Gip di Lagonegro ha disposto immediatamente la misura degli arresti domiciliari.

Le indagini, condotte in un primo momento dai Carabinieri Forestali e poi ampliate dai militari del Nucleo Operativo dei Carabinieri di Sala Consilina, su delega della Procura di Lagonegro, hanno consentito di raccogliere gravi indizi a carico del cittadino caggianese.

L’individuazione è stata possibile grazie alla descrizione dell’uomo, fornita  nell’immediatezza dei fatti. Il piromane in questione  è stato infatti visto transitare a bordo della propria vettura, nelle immediate vicinanze del luogo in cui era stato appiccato l’incendio. Il successivo controllo eseguito all’interno del veicolo dell’uomo ha reso possibile il rinvenimento di alcune taniche vuote, residui di olii, carburanti e strumenti idonei all’accensione del fuoco.

I sopralluoghi effettuati dai militari hanno permesso di ricostruire i movimenti dell’uomo individuando il luogo preciso dove è stato appiccato il fuoco, circostanza confermata anche da un testimone che si trovava nei pressi del primo focolaio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui