Battipaglia: torna la truffa dello specchietto retrovisore

0
9

Finto danno del valore di cinquanta euro- di Antonietta Doria

Simulavano un sinistro stradale con rottura dello specchietto retrovisore per intascare in modo fulmineo denaro per il danno subìto. E’ questa la storia di un automobilista che si trovava in auto lungo una via cittadina di Battipaglia e  veniva sorpassato ad alta velocità da un’altra autovettura con a bordo due persone. Queste lo hanno invitato ad accostare a bordo strada, mostrandogli  un presunto danno cagionato dall’automobilista alla propria vettura.

I due, dopo una breve discussione, chiedevano la somma di cinquanta euro. L’uomo,  convintosi di aver provocato l’incidente, ha consegnato la banconota ed  i due si sono allontanati frettolosamente dal posto. L’automobilista ha poi denunciato il tutto al personale della Polizia di Stato in forza all’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia.

L’attenta e scrupolosa attività d’indagine ha così reso possibile l’individuazione della persona che aveva preso in fitto l’auto con quale era stata operata la truffa, una giovane donna ventottenne residente a Napoli, e successivamente a seguito di una capillare analisi ed incrocio d’informazioni rilevate dalla banca dati del Ministero dell’Interno, sono stati identificati anche i due autori della truffa: C.D. di Anni 51 e Z.S. di anni 26 entrambi residenti a Napoli, con a carico numerose segnalazioni all’Autorità Giudiziaria  per fatti analoghi verificatisi su tutto il territorio nazionale.

I due sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui