Fermato il rapinatore di via Delle Calabrie grazie al portafoglio perso.

0
2

Il fermo d’indiziato di delitto è scattato per l’autore della rapina effettuata il 23 febbraio scorso ai danni della farmacia Picentino, in via delle Calabrie, arrestato ieri.
Il personale della Squadra Mobile di Salerno, sezione reati contro il patrimonio, e dell’Arma dei Carabinieri, stazione di Pontecagnano ha infatti arrestato il 47enne Vincenzo Leone, già noto alle Forze dell’Ordine. Leone è stato infatti arrestato più volte in flagranza del reato di detenzione ed illecita vendita di sostanza stupefacente.
I poliziotti hanno accertato che l’uomo,nella serata di mercoledì 23 febbraio, è entrato all’ interno della Farmacia Picentino armato di coltello ed a volto scoperto ed ha intimato al proprietario di consegnargli l’incasso della giornata.
Intimorito, il medico ha consegnato al rapinatore la somma di 500 euro e quest’ultimo, prima di darsi alla fuga, ha rinchiuso il titolare della farmacia nel bagno. Le telecamere del sistema di videosorveglianza della farmacia hanno ripreso le fasi della rapina, fornendo alla Polizia di Stato ed all’Arma dei Carabinieri un’immagine utile per il prosieguo delle indagini, ma non decisiva per un riconoscimento fotografico. Il colpo di scena è dato dal fatto che, nel fuggire a bordo di un’utilitaria intestata alla compagna, Leone ha perso il portafogli, prontamente recuperato dal titolare della farmacia che lo ha consegnato alle Forze dell’Ordine.
Immediatamente, gli investigatori della Squadra Mobile ed i militari dell’Arma dei Carabinieri si sono messi alla ricerca del rapinatore che, nel frattempo, aveva fatto perdere le tracce, non rientrando presso la sua abitazione.
E’ nel pomeriggio di ieri che l’uomo è stato trovato nei pressi della stazione ferroviaria di Pontecagnano, mentre si accingeva a prendere un treno, ed è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria anche perché nel frattempo è stato reso possibile il suo riconoscimento quale autore della rapina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui