Mercato Marchesa in versione green nei giardini di Tenuta Porta di Ferro

0
52

APPUNTAMENTO IL 21 E 22 MAGGIO

Arti decorative, design, vintage, accessori e tanta buona musica in un giardino rurale contemporaneo tra i più suggestivi di Italia. La creatività intesa come cura e esigenza di vita. Ritorna Mercato MarchesaSabato 21 e domenica 22 maggiodalle 11 alle 22, la Tenuta Porta di Ferro apre le porte al grande hub ideato nel 2017 da Francesca MateraAdriana Sannini Monica Romei, con il supporto di Francesca Memoli, graphic designer, destinato agli amanti dell’artigianato, delle arti decorative, della musica. Sarà un Mercato Marchesa in versione green, nel quale gli espositori metteranno al centro delle loro creazioni la botanica, il verde, l’ecologia e la sostenibilità.

Agli ospiti sarà data la possibilità di conoscere i giardini della Tenuta con visite guidate, curate da un agronomo esperto, mentre i più piccoli potranno partecipare a workshop creativi e didattici. Saranno inoltre aperte al pubblico le collezioni private di auto d’epoca della casa: un’occasione unica per vedere splendidi pezzi da collezione.

DA VEDERE. Marchesa ospiterà una selezione unica e originale di oltre 50 espositori provenienti da tutta Italia, tra creativi, designer, collezionisti, artigiani e hobbisti. Tra le chicche, lenzuola e accessori ricamati di Biancheria Parlante; il Curly Vintage di Annalisa Fortunato e la selezione di Zebra Vintage; i bijoux di Madlab di Napoli, Donatella Di Giacomo e Freesail; i braccialetti fatti a mano di 3 fili di Napoli; la cera alimentare di lady C; le candele con oli essenziali di Manty candele; il design in cemento di Reinventer design di Cassino. E ancora, ospiti di questa due giorni, la fotografia analogica con Salerno Analogica, i massaggi thailandesi, ayurvedici e tibetani con Andrea Cincione, le illustrazioni di Dalila Amendola, le novità della casa editrice napoletana Inknot, il tratto grafico di Monstera, il riciclo e la rielaborazione dei tessuti con Nowaste, la cartomante fotografa Rachele Montoro, il restauro di mobili in chiave contemporanea di Rilab. Per soddisfare il palato ci saranno varie opzioni di street food.

I LABORATORI. Per gli adulti sono previste visite guidate al giardino, un tour olfattivo con degustazione di vini a cura di una sommelier e la guida al riconoscimento delle piante, in collaborazione con Vinthropology e GretelMap studio. Per i bambini, invece, laboratori di ceramica pedagogica con Atlantide ceramica di Napoli, l’acchiappasogni con Alessia Naddeo, i bijoux Madlab di Federica Cipriani, tastiere e canto con la scuola Yamaha, la riproduzione delle piante per talea con Adipa, passeggiate con i pony, letture animate con la libreria Cinciallegra, lezioni di botanica in lingua inglese con il British Institutes.

LA LOCATION. Porta di Ferro è il simbolo di un’antica storia agricola della Piana del Sele. Nell’arco di due secoli si sono succeduti allevamenti di bufale e cavalli, cotone, tabacco, albicocche e pesche. Oggi è’ il kiwi la coltura simbolo della tenuta. L’anima rurale è stata da sempre accompagnata dalla forte passione botanica della famiglia Solimene, espressa nel Parco Botanico nato intorno alla casa padronale. Spazi ampi, cespugli campestri, flora mediterranea, collezione di magnolie, alberi esotici ed autoctoni si intrecciano in un equilibrato mosaico verde. Un giardino rurale contemporaneo, capace di comunicare la passione per le piante e lo spirito campestre dei suoi ideatori. La tenuta si trova sulla Strada Provinciale, 312, 84091 Battipaglia (Salerno). Info: 3273484495.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui