Senatus, Accademia di Formazione Politica: 3° Lezione, Il Processo di Marketing Politico.

0
23

Grande successo e partecipazione per la terza lezione di Senatus, l’Accademia di Formazione Politica di Salerno. Abbiamo esplorato in dettaglio il processo di marketing politico, un campo che si rivela sempre più indispensabile nell’era della comunicazione digitale e della politica 2.0. Questa sessione ha offerto una panoramica completa su come costruire e gestire una campagna elettorale efficace, toccando punti chiave che vanno dalla definizione stessa di “politica” e “marketing politico”, fino all’organizzazione pratica e alla comunicazione visiva della campagna.

Il viaggio inizia con la definizione di Politica e di Marketing Politico, mettendo in luce come il marketing politico non sia altro che l’applicazione delle strategie di marketing al campo politico, con l’obiettivo di comprendere e soddisfare le esigenze degli elettori.

La lezione procede con un’analisi Macro e Micro dell’arena politica, che abbraccia una visione sia demografica che sociale, economica e politica. Questo passaggio è fondamentale per capire il terreno su cui si muove il candidato, analizzando il voto, gli elettori e le forze politiche in campo. La SWOT Analysis offre una sintesi di questa comprensione, fornendo uno strumento essenziale per valutare punti di forza, debolezze, opportunità e minacce. Un breve cenno anche ai principali strumenti di ricerca elettorale: Sondaggi, Interviste, Focus Group, etc.

Successivamente, abbiamo affrontato il Marketing Strategico, delineando la necessità di stabilire obiettivi SMART: Specifici, Misurabili, Attuabili, Rilevanti e Temporalmente definiti. La Segmentazione, il Targeting e il Posizionamento hanno guidato la nostra strategia, permettendoci di identificare e comunicare più efficacemente con il nostro elettorato.

Dal Partito al Candidato, abbiamo esaminato come l’identità di entrambi debba essere comunicata. Questo include l’elaborazione di un manifesto partitico, la scelta di un logo e di una palette di colori, fino alla definizione di un tema centrale e di sotto-temi per il posizionamento elettorale.

Il Marketing Operativo: Le 4 P del Marketing Politico (Prodotto: il Candidato; Prezzo: le Posizioni Politiche; Piazza: gli Elettori; Promozione: la Campagna Elettorale) hanno offerto un framework per pianificare le azioni successive, mentre l’organizzazione elettorale ha evidenziato le figure professionali di staff coinvolte nella campagna.

Infine, abbiamo discusso gli elementi della comunicazione visiva elettorale, come il Visual Hammer e il Verbal Nail, la Copy Strategy Elettorale (Promise, Reason Why e Mood Tone), e come questa si cala sui social (Intestazione, Caption, Corpo del Messaggio e CTA). L’importanza della fiducia e dell’elettore in questo processo, sottolineando come il marketing politico moderno debba essere sempre più incentrato su autenticità e trasparenza, e scegliere ed utilizzare i Social (Facebook, Instagram, Tik Tok, Youtube, Linkedin, etc) in modo appropriato. Ogni canale di comunicazione ha le sue regole e le sue Audience. Breve cenno agli strumenti del Viral Marketing e allo Storytelling quale elemento di narrazione dell’esperienza elettorale per un candidato. Analisi dell’elettorato, la Crisi di Fiducia e il Voter Journey.

Questa lezione ha rappresentato un momento cruciale del nostro percorso formativo, offrendoci gli strumenti per navigare con competenza nel complesso mondo del marketing politico. Con questi fondamenti, siamo pronti a costruire campagne che non solo raggiungano ma coinvolgano profondamente gli elettori, guidandoli verso una scelta informata e consapevole.

Loading

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!