Nocera: è Alfonso Cantarella il nuovo Presidente Confcommercio Impresa per l’Italia

0
101

Il programma prevede il rilancio del sistema imprenditoriale locale

Nel corso dell ‘Assemblea Costituente svoltasi presso la sede del Comune di Nocera Inferiore alla presenza del Presidente Provinciale Avvocato Giovanni Marone e del Direttore Generale, Mariano Lazzarini, si è avuta l’elezione del nuovo Presidente della Confcommercio per l’Italia di Nocera Inferiore: Alfonso Cantarella. Presente anche il sindaco Torquato che ha rivolto gli auguri dell’amministrazione alla neo costituita Confcommercio di Nocera Inferiore ed al neo Presidente, con l’auspicio di una stretta collaborazione fra le parti per un rilancio del commercio nocerino.
Al vertice del Consiglio Direttivo per i prossimi cinque anni, Cantarella avrà una squadra formata da dodici consiglieri: Piero Ambruosi,Alfredo Cincotti, Rita De Marinis,Giuseppe Del Sorbo,Marinella Fumo,Francesco Leonetto,Francesco Mancuso ,Pasquale Montuori, Emilia Morrone, Luca Orefice,Alfonso Picaro, Alfonso Vicidomini.
“Il programma ha come obiettivo la creazione di condizioni per il rilancio del sistema imprenditoriale del territorio,- ha dichiarato il neo Presidente Cantarella- nella certezza che il compito del nuovo Direttivo è quello di favorire la sinergia e l’ integrazione delle imprese in un complesso contesto economico e sociale”.
“La caduta dei mercati finanziari – continua Cantarella – l’indebitamento delle famiglie ed il calo delle quote di reddito da destinare ai consumi hanno aggravato il quadro economico delle categorie imprenditoriali. In questo scenario il ruolo politico e associativo deve esplicarsi necessariamente nella tutela e nella difesa di tutto il comparto del terziario. Tale attività sarà esplicata attraverso una partecipazione attiva dell’ Associazione in tutte le strutture economiche, sociali e sindacali, promuovendo una presenza politica costante, intervenendo sui grandi temi del terziario, con lo scopo di contribuire al rinnovamento del sistema imprenditoriale e far comprendere alle istituzioni ed alla pubblica opinione, il diritto della categorie commerciali di partecipare attivamente alle scelte di politica economica.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui