Nasce “Sportello Casa&Condominio” per 20 giovani disoccupati

0
28

UNIAT Campania aprirà cinque sportelli informativi-

UNIAT Campania, Unione Nazionale Inquiini Ambiente e Territorio, da il via al primo progetto ‘Sportello Casa&Condominio’, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio CivileNazionale. E’questa una grande opportunità per l’inserimento di giovani disoccupati e per fornire assistenza a persone con disagi abitativi come famiglie monoreddito, giovani coppie, single, ragazze madri, famiglie con persone diversamente abili, studenti ed immigrati.

Finanziato dal Ministero sulla tematica delle politiche abitative in Campania, il progetto vedrà il coinvolgimento di 20 giovani disoccupati che, alla fine di un percorso di formazione della durata di 60 ore, saranno messi in condizione di fornire assistenza a cittadini sui problemi del diritto alla casa.
Sono previste lezioni in aula e, a luglio 2016 si prevede l’attivazione di cinque sportelli informativi dislocati in quattro province della Campania (Napoli, Salerno, Avellino e Benevento).

Le attività dell’ UNIAT si riconducono ai principi sanciti dalla Costituzione e riguardanti la difesa del diritto alla casa, la tutela dell’ambiente e del territorio. Sono queste problematiche, soprattutto attualmente molto sentite da tutte le fasce sociali, poiché la crisi ha ampliato le distanze tra ricchi e poveri e ridotto gli investimenti a protezione del patrimonio pubblico e sociale.

«L’obiettivo primario – dichiara Aniello Estero, presidente UniatCampania – è sicuramente quello di coinvolgere giovani per avviarli al lavoro. Nel contempo, grazie alle attività da loro svolte,con il continuo supporto di tecnici ed esperti del settore, si punta ad ottenere un dialogo privilegiato con gli Enti Locali e le Istituzioni per concretizzare un fattivo aiuto a tutti coloro che versano in particolari condizione di indigenza. Un proposito ambizioso è anche quello di fornire assistenza tecnica agli Enti Locali nel monitoraggio della domanda e dell’offerta abitativa, delle reali problematiche che affliggono il territorio nell’ambito del mondo-casa e condominio, al fine di creare attività sinergiche ed operative con le istituzioni pubbliche».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui