Vincenzo Barba: “il Fondo Heritage Bonus inizia la sua missione”

0
54

-di Nicola Carrano-

Entra nel vivo l’operato dell’Heritage Bonus, il fondo per il sostegno degli interventi di conservazione e restauro del patrimonio architettonico e immobiliare d’epoca e storico d’Italia.

Il fondo è promosso da Assocastelli, Assopatrimonio e Federestauro fondato dal Barone Ivan Drogo Inglese ed è sostenuto da mecenati e sponsor tra cui Sisal, Lottomatica e Interflora.

Tutore del fondo è il salernitano Vincenzo Barba presidente di Holding H2B che controlla il gruppo Prestito Si’ Finance SPA, nonché docente presso il master in heritage managment promosso da Università Iulm di Milano e Assocastelli: “Il fondo nato a giugno, già a settembre ha destinato il suo primo contributo al cinquecentesco Palazzo Nani Bernardo di Venezia. Un battesimo con un intervento importate. Il patrimonio va tutelato e il fondo può avere un ruolo strategico per sostenere la conservazione e i restauri dei palazzi storici italiani di proprietà privata. Siamo già all’opera per i prossimi interventi”

Il fondo sarà incrementato dalle molte iniziative di Assocastelli: tra queste la partnership con l’applicazione MyCicero di proprietà del colosso SisalPay per le prenotazioni.

Per chi volesse beneficiare del contributo a fondo perduto, previa adesione ad Assocastelli, possono presentare domanda tutti i proprietari di dimore e residenze d’epoca e storiche quali castelli, masserie, palazzi, tenute e ville e più in generale tutta la committenza privata compresi enti, fondazioni e istituzioni che non abbiano l’obbligo di procedere con gara pubblica o che abbiano limitazioni nella ricezione di contributi e liberalità provenienti da soggetti privati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui