Sri Lanka, Pasqua di morte. E’ Terrorismo.

0
6

E’ coprifuoco- di Claudia Izzo-

Sono otto le esplosioni avvenute nello Sri Lanka, Paese a maggioranza buddista, nel giorno della Santa Pasqua,  in tre chiese ed altrettanti hotel di lusso. Otto esplosioni,  sei delle quali simultanee avvenute alle 9.30, un’altra un’ora dopo e poi un ‘altra. Nonostante non vi siano state ancora rivendicazioni, sembrerebbe che  tutte le esplosioni siano di matrice terroristica. Ancora estremismo religioso, ancora kamikaze saltati in aria in nome di un fantomatico Dio, con la promessa di vergini ad attenderli nell’Aldilà.

Nel suo messaggio pasquale Papa Francesco ha  incentrato tutto sui migranti: “Il Signore faccia di noi costruttori di ponti non di muri” , ma,  dal messaggio Urbi et Orbi, forse, ci si sarebbe aspettato qualcosa di più quando ha accennato al  “drammatico evento” ed ai “gravi attentati” dello Sri lanka.

Qui non si tratta di gravi attentati quai si tratta di stragi, di una ecatombe, di 215 morti e almeno 500 feriti, con coinvolgimento  di almeno 35 stranieri provenienti da Stati Uniti, Olanda, Regno Unito, Portogallo, Cina.

13 le persone sospette arrestate  con un coprifuoco che termina oggi, con black out dei social e dei servizi, con  cancellazione di tutte le celebrazioni pasquali nel Paese. Ancora paura e rabbia, in un giorno che deve essere simbolo di Pace e di Amore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui