La Pasqua alla corte degli Zar con le uova di Fabergè

0
66

L’uovo si sa è simbolo di rinascita e regalarne a Pasqua è un augurio che viene da lontano. Per gli egizi l’uovo diveniva fulcro dei quattro elementi dell’universo, cielo e terra creavano un unico uovo per antiche credenze pagane, mentre i persiani scambiavano uova di gallina al sopraggiungere della bella stagione. Nel medioevo venivano decorate e regalate alla servitù, mentre con il Cristianesimo l’uovo rappresenta la resurrezione di Gesù.

Si arriva poi ad impreziosire le uova con Edoardo I d’Inghilterra che ne commissionò circa 450 in 30 anni da donare a Pasqua. Fu poi lo Zar Alessandro III di Russia che commissionò a Peter Carl Fabergè nel 1885 il primo  uovo di Pasqua in oro per la moglie Maria Fedorovna.

Fu il primo di 52 uova, oggetti di fine progettazione, grande creatività, unici, sontuosi,  di inestimabile valore,  Il primo era bianco e come una sorta di scatola cinese inglobava al suo interno un tuorlo tutto d’oro che conteneva la miniatura di una gallinella d’oro con gli occhi di rubino che racchiudeva una copia della corona imperiale contenente un rubino a forma di uovo.

Quest’opera valse a Fabergè  la nomina di gioielliere ufficiale della Corte Imperiale; l’azienda ottenne una fama mondiale aprendo sedi a Mosca, Odessa, Kiev, Londra. A realizzare le uova, che da allora divennero una vera tradizione anche con Nicola II, collaborava un’intera squadra di artigiani che vi lavorava tutto l’anno.

Per comprendere il loro valore, un uovo di appena due centimetri di altezza è stato venduto ad un’asta ad oltre undicimila sterline, mentre ad una vendita da Christie’s a Londra, un uovo fu aggiudicato  a 9 milioni di sterline, 13.925.609 euro.

Curiosità: Dopo la caduta dei Romanov le uova imperiali furono saccheggiate e disperse.

La regina d’Inghilterra  ne possiede tre.

Ad acquistarle furono il re Giorgio V e la regina Maria: l’Uovo delle colonne, l’Uovo cesto di fiori, l’Uovo mosaico.

Una delle uova che giaceva in un mercatino di antiquariato negli Stati Uniti fu acquistato per otto mila euro da un commerciante di ferramenta che voleva fonderlo, fin quando non scoprì il suo valore pari a 20 milioni di euro.

Le immagini presenti negli articoli sono utilizzate a scopo puramente illustrativo e didattico. Qualora dovessero violare eventuali diritti di Copyright, si prega di scrivere immediatamente al seguenti indirizzi email per la rimozione delle stesse:direttore@salernonews24.it

The images in the articles are used for illustrative and educational purposes only. Should they violate any copyright rights, please write immediately to the following email addresses for the removal of the same: direttore@salernonews24.it

diaper, CC BY 2.0 <https://creativecommons.org/licenses/by/2.0>, via Wikimedia Commons

House of Fabergé, CC BY-SA 2.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0>, via Wikimedia Commons

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui