Estate 2022: un viaggio all’interno del patrimonio artistico di Napoli e dintorni

0
35

di Marianna Giugliano-

L’estate è quel momento in cui le città si riempiono di turisti o semplicemente persone del posto che decidono di trascorrere le loro giornate riscoprendo le bellezze dei luoghi in cui vivono.

A Napoli, che da sempre vanta la presenza di un grande patrimonio artistico, sono diverse le mostre da non perdere e a cui vale la pena partecipare. Presso il Museo Archeologico Nazionale è possibile visitare “L’altro MANN. Depositi in mostra” dove sono esposti diversi reperti risalenti al I secolo d.C, alcuni dei quali sono stati anche utilizzati durante uno speciale di Alberto Angela nella trasmissione Superquark. Un’esposizione da non perdere grazie alla quale sarà possibile riscoprire le bellezze delle antiche domus e del mondo dei Gladiatori.

Al Museo di Capodimonte, invece, fino al 2 ottobre, è esposta una mostra su Battistello Caracciolo (pittore italiano del XIV secolo), uno dei maggiori seguaci di Caravaggio. Inoltre, fino al 30 settembre, sarà presente anche la tela The Triumph of Death dell’artista britannica Cecily Brown.

Al Palazzo Reale di Napoli, poi, sono state restaurate le Scuderie Borboniche, adibite poi per la mostra permanente “La Galleria del Tempo” che racconta tutta la storia della città di Napoli; sarà inoltre possibile effettuare delle visite guidate ai celebri Giardini Pensili ogni domenica.

Per i più “temerari” vale la pena indubbiamente visitare le Catacombe di San Gennaro, antiche aree cimiteriali costruite nel sottosuolo della città.

Sono gli ultimi giorni, invece, per la mostra “Andy is back” al Palazzo delle Arti: 130 opere, suddivise in cinque aree tematiche (arte, moda, musica, cinema, fotografia ed editoria) che ripercorrono la storia della Silver factory, studio del celebre pittore Andy Warhol, in esposizione fino al 31 luglio.

Un po’ più lontano dal centro della città di Napoli sorge il Parco Archeologico di Pompei, riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco a cui è possibile accedere attraversando una delle antiche porte: l’ingresso di Porta Marina.

A Caserta, invece, c’è la celebre Reggia di Caserta: un percorso alla riscoperta degli appartamenti Reali, le Sale e la Biblioteca Palatina.

Spostandosi dalla città di Napoli, sullo sfondo della magnifica costiera Sorrentina, più precisamente a Piano di Sorrento, è possibile visitare gratuitamente il Museo Archeologico Georges Vallet, all’interno della Villa Fondi De Sangro con il favoloso giardino a picco sul mare. Sempre gratuitamente si possono visitare anche le antiche Domus di Stabiae, Villa San Marco e Villa Arianna, rimasta chiusa per diverso tempo a causa dei danni subiti per la forte pioggia.

Dunque a Napoli non mancano sicuramente gli appuntamenti da non perdere!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui