Con le ceramiche della Fornace Falcone la mostra a Salerno del maestro Dino Innocente

0
103

 45 Ceramiche da 45 cm di Dino Innocente-

(20 dicembre 2019 – 25 gennaio 2020)

Con un rinnovato omaggio alla Cultura del nostro territorio, venerdì 20 dicembre 2019, alle ore 19.00 presso i locali di “Linee Contemporanee” – arredamento e progettazione d’interni – Via Parmenide, 39 – 84131 Salerno, sarà inaugurata la mostra “45 Ceramiche da 45 cm” del maestro Dino Innocente. Saranno esposti 45 piatti di ceramica, ognuno dei quali, del diametro di 45 cm, è autografato ed è unico.

Innocente da oltre quarant’anni esplora incantato l’alchimia che si produce tra l’acqua (componente essenziale alla diluizione degli smalti) il fuoco (che nella fornace supera i 1000 gradi) e la terra (l’argilla che si trasforma in terracotta). Oltre ai suoi celebri lavori, in questa occasione Innocente rende omaggio alla materia, lavorando con diversi smalti.

La mostra “45 Ceramiche da 45 Centimetri” quest’anno compie 13 anni di vita. Pertanto ci sarà un omaggio, durante il vernissage, di tutti gli artisti che hanno partecipato a questo evento, evento che ha avuto grande successo già dalla sue prime edizioni e che continuerà negli anni.

Innocente espone 45 lavori inediti realizzati nell’arco del 2019. L’esperienza di manipolare l’argilla, materia fortemente amata dall’artista, nasce dalla frequentazione dell’ormai storica Fornace Falcone dove appunto vanno a lavorare i maggiori artisti contemporanei oltre che chiaramente a tutti gli artisti locali.Le opere presenti in mostra, cioè, i 45 piatti di ceramica sono tutte fortemente legate all’esperienza ormai quarantennale di Dino Innocente

La mostra di Dino Innocente rientra nel progetto “45 ceramiche da 45 cm”, giunta ormai alla XIII edizione. Il catalogo della mostra è curato dalla Studio di Design Calocero, con testo critico di Rino Mele, intervista di Francesca Blasi, fotografie delle opere di Michele Calocero, video di  Ciccio Cuomo.La mostra “45 Ceramiche da 45 Centimetri” ha il matronato del  MADRE – Museo d’Arte Contemporanea DonnaRegina – Napoli.Le ceramiche sono state realizzate e prodotte nella Fornace Falcone di Montecorvino Rovella (SA).

La mostra è patrocinata e sostenuta da istituzioni quali Regione Campania, Provincia di Salerno, Comune di Salerno, Camera di Commercio Salerno, EPT Salerno, Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo di Salerno e dal GAL Colline Salernitane.

Sarà possibile visitare la mostra tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 20.00.Sarà presente l’artista.

Innocente, nasce nel 1948 a Verona, dove vive tuttora.Artista eclettico, attivo dagli Anni Settanta, lavora utilizzando ogni tecnica artistica, pittura, scultura, ceramica, video, installazioni, performance.  Nel 1972 realizza a Mantova un’azione nella quale coinvolge il pubblico facendolo intervenire con il colore nello spazio comune per modificarlo e impadronirsene temporaneamente.Nel 1983 si trasferisce a Milano e collabora con il gallerista Luciano Inga-Pin alla costituzione del gruppo denominato Nuovo Futurismo, cui partecipa fino alla risoluzione del gruppo nel 1994.E’ presente con esposizioni  personali e collettive nazionali e internazionali; ha partecipato tra le altre a manifestazioni quali la XII° Quadriennale di Roma, Le Tribù dell’Arte- Roma 2001, Denaro-l’ultimo tabù- Expò di Biel 2002, Etre- Palazzo delle Nazioni di Ginevra, Le Opere e i Giorni- Certosa di Padula, La Parola  nell’Arte- MART di Rovereto, Il Bianco- Torino, I° e III° Biennale di Malindi, LIV° Biennale di Venezia, L’Albero della Cuccagna.Le sue opere sono nelle collezioni : Stuyvesant (NL), Gemeentemuseum –Helmod (NL), Wildenberg(NL), Novotny- Frankfurt a.M. (D), GAM(BO), MART (TN),  Groninger Museum (NL), Museion (BZ), Stazione Materdei-Metropolitana di Napoli (NA), Certosa di Padula (Padula), ecc.

Hanno scritto di lui: Vittorino Andreoli, Roberto Barresi, Achille Bonito Oliva, Aldo Busi, Barbara Cavaliere, Giorgio Celli, Piero Del Giudice, Salvatore Fazia, Frans Haks, Flavio Nosè, Gabriele Salvatores, Harald Szeeman, Klaus Wolbert.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui