Al PAN di Napoli, fino al 14 Giugno parlano “i volti” di Aldo Capasso

1
42

Intorno a Lei Dal linguaggio del volto a quello del corpo – Opere di Aldo Capasso

L’esposizione, realizzata in collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione, alla Cultura e al Turismo, è aperta fino al 14 giugno.

Aldo Capasso classe 1938. Architetto, docente e artista, espone più di 70 opere, tra disegni, dipinti e foto.

L’artista, incuriosito dai volti delle persone che incontrava nella vita quotidiana, ha iniziato, fin dal 2012, a disegnare i loro volti, nei loro lineamenti esterni. L’attenzione è andata verso gli amici, parenti, studenti e persone incontrate in viaggio.

Gli schizzi fatti al momento, sono stati poi elaborati assemblati, moltiplicati e declinati in disegni, dipinti e foto, in particolare per i volti femminili. Il disegno del volto e dei volti, oltre il ritratto, delle donne e del loro corpo, intende raccontare, attraverso le sue declinazioni illustrative, dall’acquerello alla pittura, dal bassorilievo alla foto, la sua bellezza, intelligenza, maternità e le sue illusioni, tutte avvolte nel suo “intorno”. Un “Intorno” sociale che, con il suo masochismo violento e prepotente, mortifica sempre più la donna nell’essere lavoratrice, amante e madre. Nello stesso tempo i “vuoti” del corpo e del viso consentono all’osservatore di riflessioni ed emozioni.

L’esposizione è illustrata da un ricco catalogo a colori.

1 commento

  1. ….Ho avuto , ieri , il piacere di visitare l’esposizione dell’artista ALDO CAPASSO presso il PAN DI NAPOLI: Ho subito riconosciuto ed apprezzato l’intimo artistico, che le sue opere esposte riuscivano a trasmettermi, oltre ad una genuina professionalità del tratto, associata all’interessante proposta di tridimensionalità, che si ha il piacere di incontrare in alcune sue opere. Inoltre, avendo avuto il piacere di dividere con lui un dialogo fatto di brevi momenti, ho anche avvertito sin da subito, il suo genuino ed ormai raro sentimento artistico, frutto di antiche esperienze che, sfociano in uno dei pochi esempi di sincera ed antica professionalità artistica, ormai, quasi sconosciuta ai nostri tempi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui