Salerno e la sua BITS

agosto 7, 2017 0 Comments Sport
Salerno e la sua BITS

Grande entusiasmo e partecipazione-

Pochi eventi in citta’ per i giovani ritornano e si evolvono, le buone idee, spesso, hanno vita corta.

Il BITS è ritornato a luglio,  prorompente, in Piazza Salerno Capitale con una  formula giusta per attirare migliaia di giovani. Musica, sport, aggregazione, una piazza gremita e senza smartphone ! Difficile da credere, i giapponesi nelle foto di venti anni fa avevano anticipato il futuro come sempre, fotografati in strada chini sul cellulare senza guardarsi intorno.

Il BITS , acronimo di Basket in the Street, nasce da sempre con l’obiettivo di trasmettere i valori e le passioni, attraverso lo sport, protagonista indiscusso della rassegna.Si parte dal Torneo di Basket 3vs3 Nazionale, tappa dello Streetball Italian Tour – che, come annunciato a breve, diventerà disciplina dei prossimi Giochi Olimpici del 2020 – attorno al quale ruotano diverse attività, cosiddette di strada: lo Skate, i Roller, la Bici bmx, il Calcio e, in ne, il Beach Volley, che si affianca alla new entry di quest’anno. Il Torneo di Basket PINK femminile  insieme a quello GOLD maschile è rientrato nel circuito dello Streetball Italian Tour Nazionale.

La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione BITS Onlus, col patrocinio del Comune di Salerno, in collaborazione con la Regione Campania – Assessorato alle Pari Opportunità e Formazione. Con la sua offerta di “Sport, Food, Music”, il GoldBet Bits Festival è oramai diventato un attesissimo evento sul territorio, un villaggio aperto, dove poter dare libero sfogo alle “Arti di Strada”, e non solo : il primo e unico Street Festival 100% gratuito che da la possibilità di partecipare a numerose attività sportive, musicali e artistiche.

Punta di diamante, un intero programma di concerti free entry, con tutto il meglio del panorama musicale Rap, Hip-Hop, Pop internazionale. A calcare la scena s Guè Pequeno, che ha aperto la rassegna, e nei giorni a seguire Gold School, Tonico e Morfuco, Mecna, Luchè. Volendo aprirsi ad un genere musicale diverso da quello a cui ci ha finora abituato, il festival  ha ospitato Enzo Avitabile e i Bottari in uno scenario pop. A chiudere il cartellone musicale sono stati i  Soleado e La Tribù che Balla, rispettivamente tribute di Pino Daniele e Jovanotti, tra le cover band più gettonate sul territorio. Poi, spazio alle nuove leve. Durante lo scorso inverno, infatti, è stato lanciato sui social network un contest destinato ad artisti emergenti: il vincitore, premiato per aver pubblicato sulla pagina Facebook dell’evento un breve videoclip con il miglior “beat” dedicato, è stato protagonista dell’apertura di uno dei concerti della settimana. Così come a salire sul palco sono stati giovani ragazzi con storie di vita da raccontare, attraverso la passione per la musica.

La voglia di sport a Salerno è forte, con poche possibilità si riesce ad avere eccellenze mondiali, atleti che sacrificando tempo e denaro emergono nelle varie discipline. Questo evento ha portato in piazza diverse discipline tra cui lo skateboard, bmx, beach volley  per i quali non vi sono spazi in città.

La manifestazione è cresciuta e si evince anche dagli sponsor, segno che il progetto è valido, coinvolti nuovi sponsor e ben visibili. Dopo solo cinque  edizioni l‘evoluzione è stata infatti esponenziale,  mancano solo  accorgimenti per diventare un evento inserito nelle date nazionali,  eventi simili altrove  alzano il PIL  dei comuni ospitanti per giorni.

Salerno ha bisogno di spinte per aprire orizzonti di ampio respiro e per dare una prospettiva ai giovani, il messaggio è che l’evento va vissuto vivere, non solo condiviso sui social…
Da tempo, a Salerno, si pensa ad aree cittadine  da attrezzare o comunque da dedicare  allo svolgimento di attività sportive alternative, si spera che  il progetto vada in porto e che sia condotto da persone con competenze specifiche e sogni specifici …

Antonio Iovane

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply