Salerno: a Santa Teresa , con Felicitators, si crea “Scompiglio Felice”.

maggio 27, 2016 0 Comments Stili di vita 66 Views

Un minuto per creare uno scompiglio, fonte di nuova vita –

Domani alle ore 18.00, sbarca sul Lungomare Trieste, sull’Arenile Santa Teresa, “Felicitators”, iniziativa ideata da Elisa De Meo, Teacher di Yoga della Risata, Coach di Gibberish e Presidente di Happymess ASD, l’associazione creata con il proposito di diffondere lo “Scompiglio Felice”.

Happymess ha deciso di predisporre una iniziativa in contemporanea in tutta Italia, quindi, lo “Scompiglio Felice”, la cascata positiva di risate, sarà come un’onda contagiosa che coinvolgerà, domani, alle ore 18,00,in contemporanea, Salerno, Perugia, Ostia, Napoli, Empoli, Pistoia, Cesena, Siena, Monfalcone, Londra. A tal fine Happymess mette a disposizione un kit Felicitators con l’augurio che l’onda lunga dello Scompiglio Felice si propaghi per tutto il Paese, e anche oltre.

A Salerno l’evento è coordinato da Gabriella Faiella, un fiume in piena di entusiasmo. Mi contatta e già dalla voce si percepisce un’ondata di positività e di apertura al mondo. Come non essere così se si propone, per le strade d’Italia, di tornare a ridere ?
La cosa mi incuriosisce, approfondisco il tutto e vedo che l’evento, gratuito, prevede l’eye contact in associazione con la risata incondizionata, ciò che ne scaturisce è la formula del laughter contact.

I passanti, cioè, vengono invitati a condividere un minuto di risata senza motivo attraverso questo format allegro e colorato, di grande impatto, caratterizzato da una facilità di organizzazione.

Serve incontrare persone, entrare in contatto, condividere qualche minuto, condividere cioè la cosa più preziosa che abbiamo, il tempo, riconnettersi alla propria fonte di gioia Interiore, “aprire una finestra di Felicità in sé e negli altri e contaminare l’ambiente di una sana e positiva ondata di Scompiglio Felice”, spiegano i promotori.

Una sessione di Yoga della Risata è giunta persino a “La Casa Magica”, un ostello lungo il Cammino di Santiago e proprio qui una donna americana, incontra Elisa De Meo e la ringrazia dicendo “hai molto coraggio, Dio ti benedica per quello che fai…hai una missione importante: stai curando il mondo” .

Si, perchè se c’è qualcosa in grado di allietare l’animo, stemperare dolori, dissolvere pensieri … è proprio la risata.
Terapeutica, distrae, ci porta “oltre”, condividerla è salutare.
Magica l’atmosfera di una risata condivisa e chissà perchè si ride solo con le persone con cui si sta davvero bene, amori o amici che siano, lo leggiamo anche nei tanti test che ci vengono proposti : quanto ridi con tuo marito, fidanzato, compagno? Se la risposta è “poco”…preoccupiamoci !!!

Ed Elisa De Meo, che della risata ha fatto la sua bandiera, lo sa bene…
Elisa incontra tanta gente, ha innanzi a sè tanti volti, volti che raccontano storie.
“Ridere è come attraversare lo specchio” dice, “ti porta in un mondo fantastico, dove ti avventuri a cercare risposte, per poi scoprire che forse hai sbagliato la domanda, che magari la risposta non c’è, che chissà non è di una risposta che hai bisogno, che alla fine qualunque risposta è buona. O forse no.E’ allora che capisci che ridere è la risposta. Quando raggiunse l’illuminazione, il Budda si mise a ridere. Ridi. Anche solo per un minuto”

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply